SOCIALE

Il clima stato un fallimento

17/12/2019
di Francesco Chiappetta

La stampa, i mass media per diversi mesi ci hanno parlato di Cop 25, definita da molti la “Cop dell’ambizione”. I 196 Paesi della Cop25 più UE, hanno visto l’ennesima divisione tra Stati più ricchi e in via di sviluppo e molti nodi potrebbero essere rinviati a Glasgow, in Scozia, in occasione della Cop26 del novembre 2020.
 
È sorprendente come ci siano state tante mobilitazioni per poi alla fine arrivare con un nulla di fatto. Cosa pensa il cittadino normale di questi fallimenti, è tutto vero quello che si dice sul clima oppure no? I quasi 200 Paesi presenti alla conferenza sul clima non si sono pronunciati né in maniera complessiva e né in maniera parziale e, questo comportamento, ad un politico in particolare dell’Impero Romano che “se ne lavò le mani”. Speriamo che il clima non diventi motivo di business per taluni e un motivo di sofferenza da parte dei cittadini che, magari, rischiano anche di vedersi di fronte delle tasse da pagare mentre chi di dovere, non fa nulla.
 
Il secondo argomento purtroppo riguarda la Banca Popolare di Bari. Tema anche questo critico come il clima. Nessuno sapeva niente, nessuno ha parlato, i dirigenti facenti parte dell’ambito interno della banca non hanno mai evidenziato nulla e la stampa preferisce restare muta come un pesce e qui il riferimento non è alle sardine, considerando che, almeno loro, parlano. Come consuetudine, ecco pronta la commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario. Il titolo è potente e bisognerebbe vedere se i commissari portino avanti una vera e propria ricerca in campo nazionale. Questo comporta la valutazione di alcune interferenze dal momento che sono stati dati soldi a coloro che non avevano titolo e negando magari un mutuo di diecimila euro a modesti signori, utili per acquistare un piccolo immobile in uno degli ottomila comuni italiani. Quando si dice che la politica è distante dal territorio non solo è vero, ma è uno dei fatti che sancisce il distacco.
 
È inutile che i commentatori politici, i giornali parlano dicendo che sarebbe bene che chi ha commesso degli errori debba mostrarsi avanti. È una frase sentita spesso e altrettante volte sappiamo che non porta a reali conclusioni.
 
Un’altra notizia discreta è che la legge di bilancio ha avuto il via libera al Senato con 166 voti favorevoli. In consiglio a voce alta ai due Matteo (Renzi e Salvini) diremmo di prestare attenzione agli attacchi esterni; cercare di non prendere a mo’ di esempio ciò che avvenuto per la Cop 25 sul clima che è stata un vero e proprio fallimento con un risultato fortemente negativo. Bisognerebbe puntare a migliorare la qualità della vita delle persone che deve essere per il nostro Paese un must, avendo noi un territorio che splende per la sua naturalezza. Quindi cerchiamo di non “perderci” anche su queste tematiche e valori importanti, in quanto i turisti sono ancora presenti sul nostro territorio.
 
Altro argomento della settimana riguarda le sardine che, secondo i dati, in 18 giorni hanno avuto 16 presenze nei talk show. Il movimento merita un plauso e lo si può quasi suddividere per fasce di età: ci sono quelli molto giovani- il massimo dei voti; i meno giovani- la metà del voto e per i cd. ultra-maggiorenni c’è un voto zero, in quanto se questi giovanissimi riuscissero a parlare e fare da soli, non ci sarebbe bisogno di porre l’accento sul numero dei partecipanti che riempiono le piazze e dire le cifre delle sardine: 35.000 a Roma, Napoli o Modena. Sono sufficienti 100 o 1000 giovani che hanno un programma, idee nuove e che mostrano di essere legati al nostro Paese, condividere le finalità europee e fare azioni, dimostrazioni e proposte che il Paese dovrebbe solo che apprezzarli.
Un punto doloso riguarda l’Arma dei Carabinieri che per molti di noi è stato ed è un orgoglio per il Paese ma ormai da tempo la televisione in particolare, quotidianamente, mette in luce delle negatività fortemente consolidate da oltre dieci anni. Sarebbe bene e opportuno non coinvolgerli e lasciare lavorare la magistratura rispettandola senza fare dichiarazioni che mettano in condizioni di disagio il magistrato. Pertanto, se si rispetta la Costituzione bisogna farlo con i fatti e non con comportamenti errati.
 
Cambiando tono parliamo di una lieta notizia. Siamo in Campania alla clinica oculistica Luigi Vanvitelli, presso l’Università, due giovani non vedenti sono stati sottoposti all’uso di un farmaco innovativo che ha dato dei risultati particolarmente soddisfacenti, permettendogli di scendere le scale da soli. È una notizia ottima, natalizia, proviamo a parlarne di più.
 
In Inghilterra, Boris Johnson ha stravinto a discapito dei sondaggisti italiani. Non perché faccia il tifo per Mr. Johnson ma per cercare di essere più professionali nel dare alcune notizie.
Parlando di innovazione e studi, la Dott.ssa Marilena Giordano la quale ricopre un ruolo importante per il nostro giornale Sentieri Digitali, ha creato un modello di autovalutazione della maturità digitale e gli studi legali, facendo anche riferimento alla quarta rivoluzione industriale. Complimenti per quanto è riuscita a creare e sarà certamente di aiuto per tutto l’ordine forense, non solo del nostro Paese, ma anche per una eventuale esportazione all’estero.
 
Un’altra buona notizia riguarda il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che ha preso contezza del nostro DIHV mostrandosi interessato ed anche pronto e disponibile per la crescita della nostra Regione.
 
Si parla di 100.000 giovani in meno per il nostro Paese di cui 1/3 emigra all’estero e molto spesso si tratta di laureati. Notizia in netto contrasto con quello che leggiamo o ci viene detto quotidianamente anche se, a mio modesto modo di vedere, un’esperienza all’estero può essere particolarmente soddisfacente ma per tornare poi in Italia non solo con nuove idee, ma dimostrando che ci si è fatti valere anche in territorio stranieri e dunque meritano un elogio.
 
Una notizia che riguarda una nostra redattrice di Sentieri Digitali: la Dott.ssa Federica Chiappetta che ha conseguito il dottorato (PhD) in “Governance and Management For Business Innovation”. Veramente rallegramenti da parte della redazione tutta e complimenti per l’ottimo risultato.
 

← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003