POLITICA

Incontro Donald Trump e Giuseppe Conte

01/08/2018
di Francesco Chiappetta

Entrambi si sono definiti due outsider della politica. È un termine che in gergo calcistico si adopera per dire che un giocatore è fuori dai giochi, non è fra i papabili non ha dalla sua il favore del pronostico. L’incontro è stato proficuo anche se i risultati si dovranno vedere. Si sono impegnati di creare una cabina di regia Italia-Usa che riguarda Tripoli ed il Meidtterraneo, in particolare per la politica delle immigrazioni. Come al solito se avviene un incontro con un altro Presidente del Consiglio si enfatizza per il comunicato stampa che emettono. In questo caso è opportuno dire che un outsider come Giuseppe Conte, che potremmo definire “il SignoR nessuno” è stato bravo, primo perchè è riuscito ad avere un incontro a breve giro e secondo perchè ha aperto una porta con gli Stati Uniti d’America.

Alcuni politologi hanno subito detto questa America vuole dividere l’Europa, ma chi è questo politologo? È l’ex consigliere di Obama. Come si può notare tutto il mondo è paese, quando governa un signore è bravo chi governa, quando va all’opposizione il successore è un somaro. Questo consigliere se costa poco potremmo ingaggiarlo in italia perchè ha tutti i presupposti per integrarsi come modello negativo.

Matteo Salvini è sempre nell’occhio del ciclone, probabilmente ha fatto un corso di comunicazione e, a dire il vero, i risultati secondo lui ci sono. È attaccato sugli immigrati e a questo proposito Salvini dice “bisogna separare gli atti di violenza da ogni giustificazione sociale”. Mi pare molto condivisibile in quanto la violenza è violenza e in quanto tale va il più possibile repressa.

Un fatto personale: ho partecipato tramite il Senato della Repubblica per il Cda della Rai. è stato sbandierato “a destra e a manca” che avrebbero valutato i contenuti dei CV in possesso. Le scelte fatte sono così convergenti che vi è una litigiosità quotidiana , non ultima quella di quest’oggi mercoledì che in Commissione di vigilanza della Camera dei deputati è stato bocciato il candidato alla Presidenza Marcello Foa. Presenti 26, il numero dei votanti della Commissione di Vigilanza lo ha bocciato. Non è un problema di Marcello Foa, ma la mancata preparazione a monte di non mandare allo sbaraglio chicchessia, può anche chiamarsi Bianchini, per motivi di serietà bisogna curare le varie fasi e passaggi per avere un voto convergente. È troppo comodo girare pagina o riscaldare una minestra fredda.

Un’altra novità viene da AGCOM che ha creato un manuale per la politically correct. In cosa consiste? L’autorità detta le regole per come parlare in TV per quanto riguarda il tema immigrazione, in quanto se parlano male, possono istigare all’odio. Anche qui una piccola riflessione. 60 milioni di cittadini con il caldo non sono in grado di ragionare e di capire cos’è il razzismo, cos’è l’antirazzismo e cos’è l’odio. C’era una trasmissione televisiva di un famoso maestro intritolata “Non è mai troppo tardi” che ha avuto un successo strepitoso, bisognerebbe ritornare indietro e fare dei corsi mirati perchè si capisca meglio, cos’è il razzismo, cos’è l’odio e come comportarsi.

È un momento difficile in quanto si capisce poco, anzi niente, Macron è la nuova stella politica, viene la citazione “sulla polvere e sull’altare”; Macron ha evitato la sfiducia nel proprio Paese per pochissimo e quindi anche Macron a breve tempo è da cancellare. È molto bello vedere i risultati negativi degli altri e qualche volta non essere interessati. In questo caso Macron è sotto tiro per i suoi appuntamenti, il poveretto non lo sa ma quanto prima pubblicheranno sul suo conto nuovi video, certamente non raffiguranti l’immagine che va in biciletta con un suo “amico”, ma probabilmente cose che taluni potrebbero definire in maniera impropria piccanti.

Ultima notizia, sempre legata al caldo, il PM di Roma archivia la denuncia contro Fausto Brizzi, regista, in quanto denunciato di molestie sessuali, il Magistrato ha chiesto l’archiviazione con una formula a noi tutti nota “il fatto non sussiste”. Anche qui gioca molto il caldo già a partire da giugno è stato sufficiente per riempire le pagine di giornali a vuoto.

Auguriamoci per L’Italia di essere più seri almeno al ritorno della festività di agosto, con la speranza che il termometro, che in questi giorni ha raggiunto i 40°, non lasci traccia di aver colpito persone e che quindi vada ad aumentare la responsabilità della ragione.

Le nostre conclusioni sono di augurare a tutti coloro che ci seguono da tempo con la lettura di Sentieri Digitali, gli auguri migliori di buone ferie, buon riposo e se serve anche un po’ di tranquillità, in particolare al mondo politico che mostra una forma di schizofrenia che il servizio sanitario nazionale cura ma non totalmente.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003