EVENTI

Servizi di Identity e Certification Authority

02/03/2020
di Redazione

L’incontro, svoltosi come di consueto l’ultimo mercoledì del mese, ha visto la presenza dell’Ing. Salvatore Nappi, CEO di Telecom Italia - Trust Technologies - Gruppo TIM il quale ha esposto l’attività delle IT in Italia e come il nostro Paese sia un punto di riferimento in Europa nell’ambito dello sviluppo e dell’integrazione delle soluzioni di identità digitale di persone e cose, considerando l’importante aspetto della protezione e della compliance normativa dei dati e dei documenti.
 
La riunione è stata aperta con la presentazione di un breve video tutorial, attraverso il quale si è voluta sottolineare l’importanza dell’evoluzione tecnologica e l’ausilio che questa può fornire a tutti coloro che in pochi minuti devono terminare una pratica attraverso l’ultimo step della firma digitale. Sono stati esposti i punti focali che consentono a Certification Authorities, quali ad esempio Trust Technologies, di essere in linea con le best practices italiane a partire dalla sicurezza delle infrastrutture che erogano i servizi fiduciari in relazione ad alcune dimensioni principali: alta affidabilità, sicurezza dei dati e delle piattaforme e garanzia della qualità dei dati che vengono inviati a terzi. Essere tecnicamente adeguati è uno dei prerequisiti necessari per portare avanti un lavoro di erogazione a livello nazionale e le regolamentazioni ce lo dimostrano. L’Italia è stata tra le prime a dare una legislazione unitaria e corretta in materia, regolamentando e disciplinando la fatturazione elettronica secondo il Regolamento eIDAS (Electronic IDentification Authentication and Signature), Reg. UE 910/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23/07/2014 per garantire lo svolgimento delle transazioni elettroniche nel mercato interno.
 
All’interno di tale complessa disciplina si stabilisce necessaria la presenza di un “certificatore” che qualifichi la validità e la responsabilità giuridica nel “qualificare” servizi quali ad esempio la firma elettronica, che verrà effettuata tramite PC, Tablet o Smartphone. Esistono diverse tipologie di firme con varie funzionalità per agevolare il cliente/utente che quindi potrà adempiere all’operazione richiesta con rapidità e semplicità anche da remoto.
 
Tante sono le soluzioni offerte e che evidenziano l’evoluzione della tecnologia considerando anche l’utilizzo di uno dei più innovativi strumenti: la Blockchain che opera adottando particolari tecnologie c.d. di “registri distribuiti”. Normativamente parlando è in parte riconosciuta essendo presente all’interno del Decreto Semplificazioni – sono in procinto di essere emanate le Linee Guida Tecniche - ma è certamente una fonte che attesta in modo sicuro la validità dei dati inseriti, ad esempio le identità (ma si può trattare anche di dati differenti o di “smart contracts” che garantiscono la esecuzione corretta e puntuale di contratti predefiniti fra due o più parti).
 
L’obiettivo è sempre quello di migliorarsi per migliorare l’offerta che si presenta e il Gruppo Tim TT affronta efficacemente tale sfida anche attraverso la formazione/” alfabetizzazione”, specialmente ad una platea meno giovane, per ampliare il sistema e fare in modo che chiunque sia in grado di utilizzare le tecnologie digitali anche per il miglioramento della qualità della vita, come ad esempio nell’ambito della iniziativa denominata “Risorgimento Digitale”.
 
Consueti i saluti del Professor Francesco Chiappetta e di tutto il DIHV che ha ringraziato il relatore per il prezioso contributo che ha dato al DIHV e per la prestante esposizione. L’incontro è stato molto piacevole sia nei contenuti e sia per il dibattito interessante che si è aperto. L’Ing. Salvatore Nappi in maniera puntuale ha dato le proprie risposte necessarie chiarendo i quesiti posti.

← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003