GREEN ECONOMY

Dimenticate il fertilizzante sintetico

02/10/2018
di Redazione

Una startup punta a ridurre i gas serra con i probiotici delle piante. Si chiama Pivot Bio ed ha appena ricevuto una boccata d’aria di 70 milioni di $ dal fondo energetico di Bill Gates e da altri investitori per lanciare il suo prodotto commerciale l'anno prossimo.

L’azienda biotecnologica ha sede a Berkeley in California, si sta occupando di creare probiotici per le piante. I ricercatori dell’azienda hanno identificato dei microorganismi con una capacità latente di produrre azoto, un nutriente cruciale nel fertilizzante sintetico e li hanno ingegnerizzati per risvegliare e migliorare la produzione di questa sostanze. Per il suo prodotto di lancio iniziale, Pivot Bio ha creato un trattamento liquido per le colture di mais che può essere applicato quando i semi vengono piantati.

Nei primi test sul campo, i cerotti trattati con i probiotici producono rese comparabili a quelli che si basano su fertilizzanti sintetici. La purezza di Pivot Bio per gli agricoltori è che il prodotto riduce il lavoro e la complessità di utilizzo all’agricoltore, perché una singola applicazione richiede meno tempo rispetto alla spruzzatura di più cicli di fertilizzante.

Una grande innovazione di prodotto che risponde all’allarme che riguarda da tempo i fertilizzanti. La produzione di fertilizzanti sintetici a base di azoto produce una quantità significativa di gas a effetto serra, contribuendo al cambiamento climatico. Inoltre, il fertilizzante in eccesso aumenta anche il problema, poiché si decompone in protossido di azoto, a sua volta un altro potente gas serra. Secondo quando emerso e denunciato più volte, il deflusso di fertilizzanti inquina anche i corsi d'acqua, che negli Stati Uniti hanno contribuito a massicce fioriture di alghe e "zone morte" nei Grandi Laghi e nel Golfo del Messico.

“Se possiamo iniziare a ridurre l'inquinamento legato al fertilizzante, stiamo letteralmente contribuendo a ripulire il pianeta”, afferma Karsten Temme, CEO dell’azienda.

Lo sviluppo di un prodotto in grado di risolvere tali problemi ha aiutato a raccogliere finanziamenti a supporto di Pivot Bio, in particolare da parte di Breakthrough Energy Ventures, il fondo di 1 miliardo di dollari sostenuto da Bill Gates e dedicato alle innovazioni tecnologiche in grado di ridurre i pericoli climatici.

Anche la società di investimenti di Singapore, Temasek, vi ha investito. I sostenitori precedenti comprendevano la Monsanto Growth Ventures, la Bill & Melinda Gates Foundation e l'US Defence Advanced Research Projects Agency.

Oltre a sostenere il lancio commerciale, Pivot Bio utilizzerà i fondi per sviluppare un prodotto di semi pre-trattati e microbi per altre colture, tra cui riso e grano. La società si sta concentrando inizialmente sugli agricoltori statunitensi, ma prevede di raggiungere anche mercati in Brasile, Argentina e Canada. Noi ci aspettiamo che qualcosa di simile possa arrivare presto anche da noi in Europa.

Fonte: MIT Technology Review


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003