TECNOLOGIA

DIHV e I.A.

03/06/2019
di F.Pagliara, C.Santoro

 L’Intelligenza Artificiale non è di facile percorribilità. Si ha necessità di avere più intelligenze per farne una artificiale. Il DIHV vanta più risorse,  ognuna con la propria professionalità, peculiarità e caratteristiche e quindi può dare un contributo per meglio comprendere come si può parlare di I.A. Uno dei punti importanti è l’utilizzo dell’I.A. a servizio della formazione aziendale e delle startup e questo concetto lo abbiamo anche appreso dopo un incontro che ha avuto come tema la “gestione delle complessità”, dove i contenuti riguardavano un soluzione pratica alla gestione delle diverse situazioni complesse che si possono presentare dal momento che non sono tutte uguali.
 
Il nostro DIH è ormai noto agli addetti ai lavori e non tanto grazie alla carta stampata e all’etere che hanno contribuito alla diffusione. Gli interessi che ci legano alla materia sono molteplici a partire dalla visualizzazione di appositi fondi per capire meglio di cosa si tratta ed entrare in questo mondo dell’innovazione quale nuovo laboratorio. È un ambito costituito da tante risorse e professionalità che rientra in un centro che possiamo definire eco sistema che vede da una parte le competenze disciplinari dei componenti a partire dagli aspetti legali, ingegneristici, informatici, di marketing, di comunicazione; dall’altro un accostamento da parte di player tecnologici che vedono l’iniziativa interessante e quindi sono pronti a contribuire con soluzioni dell’I.A. sia per le imprese e sia per la PA e il suo funzionamento.
 
L’innovazione tecnologica fa parte del DNA del nostro Paese e lo dimostrano i documenti storici e scientifici del ruolo dell’Italia. Si è pensato di approfondire la conoscenza del laboratorio denominato “SI- LAB” (Service Innovation) che si propone fra l’altro di realizzare collaborazione di partner, soluzione e servizi per le aziende.
 
L’I.A. è di particolare interesse a vari mondi imprenditoriali ed economici e sta già cambiando il modo e la maniera di fare impresa, ma anche di marketing e comunicazione e sarà ancora più dirompente per il domani prossimo futuro.
 
L’approccio da parte nostra è anche quello di acceleratore di imprese creative che nascono nel laboratorio. L’I.A. ha una visione a 360 gradi e converge in una molteplicità di ambiti.  È importante far crescere nei giovani e al Paese la consapevolezza di cosa può essere l’I.A. applicata ai diversi rami di azienda: dalla customer care all’assistenza online, alla consulenza legale fino al marketing e far sviluppare in loro la voglia di approfondire queste tematiche attualissime per stimolare la creatività che può portare alla nascita di idee davvero innovative. Perché il Paese ha anche bisogno di questa linfa.
 
L’I.A. ben si attanaglia ai progetti di ricerca ed ai progetti di pianificazione finanziati dall’Europa, in particolare ricerca e sviluppo e alla generazione di idea di valore per le aziende e per la società. L’I.A. aiuta molto, secondo le nostre riflessioni, ai fini di supportare per mezzo di big data e I.A. idee e proposte importanti sia nel campo pubblico sia nel campo privato.
 
Vorremmo fare un tentativo di creare un modello per quanto riguarda i disegni di legge/proposte di legge per presentarli subito dopo ai due rami del Parlamento.  In sostanza vorremmo arrivare ad un vero e proprio disegno di legge che riguarda l’I.A. e dall’altra parte rappresentare una metodologia di trasformazione delle PMI dal tradizionale al digitale al fine di creare valore, concorrenza, credibilità e formazione. Le aziende italiane hanno necessità di digitalizzare e avere infrastrutture adatte per definire modelli “ad hoc” per renderle più sfidanti e competitive sul piano internazionale oltre che nazionale.

← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003