TECNOLOGIA

Dal raglio di un asino scopriamo IA-IA

29/08/2019
di SI-IES srl

Ad agosto, come tutti gli anni, anche i grandi quotidiani scrivono mettendo dei titoli ad effetto ma il contenuto è zero. Tra i tanti, un titolo ha colpito particolarmente: “come ci sta cambiando l’intelligenza artificiale”.
 
Nell’articolo vi erano diverse notizie, ma nulla a che vedere con l’IA. Quest’ultimo è anche il verso che fa l’asino e l’accostamento è stato quasi immediato. Da bambini tutti ricordano che i propri nonni con pazienza e curiosità parlavano degli animali dicendo: come canta il gallo? Come canta la gallina? Come raglia l’asino? Per quest’ultimo la risposta era semplice e simpatica: IA-IA.
 
La preoccupazione è che a qualche cultore della materia o esperto, e che ha una buona fantasia, non le venga in mente che l’intelligenza artificiale ha le sue origini “dal raglio dell’asino” in quanto l’acronimo dell’Intelligenza Artificiale, come tutti sanno è IA.
 
Avere idee, avere fantasia, è bello ed anche interessante, ma è forse utile e consigliabile rimanere come si suol dire nel tema, anche perché qualche politico potrebbe fare o proporre un disegno di legge parlando dell’asino attribuendogli l’origine dell’Intelligenza Artificiale.
 
L’IA è una disciplina appartenente all’ informatica che studia i fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche che consentono la progettazione di sistemi Hardware e sistemi di programmi Software, capaci di fornire all’elaborazione elettronica prestazioni che, ad un osservatore comune sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza umana.
 
La direzione che prenderà la rivoluzione dell’utilizzo di questo ramo dell’informatica deve essere ancora ben delineata, essendo molteplici i campi di applicazione, ma è fuori dubbio che porterà una nuova rivoluzione culturale ed industriale. Pertanto, se si sente l’esigenza di parlarne, che lo si faccia per davvero e con consapevolezza e competenza.

← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003