EVENTI

A Milano si č svolta la prima edizione dell’Expo dedicato alle applicazioni dell’Artificial Intelligence

13/11/2018
di Redazione

Si è conclusa ieri a Milano la prima edizione di AIXA - Artificial Intelligence Expo of Applications, una tre giorni svoltasi al Mi.Co ed organizzata da Fiera Milano Media – Business International con oltre 2000 professionisti che hanno assistito a convegni e workshop. Il focus era sull’Intelligenza Artificiale vista su 4 livelli principali di applicazione: automazione e manifatturiero in ottica industria 4.0; commercio; marketing; e cybersecurity.

Tra i relatori presenti agli incontri di AIXA: Danko Nikolic, Prof. Dr., CDO & Head of AI at Savedroid, CEO di RobotsGoMental; Eddie Choi, Digital Marketer e Socio fondatore di Frontiers Digital; Igor Beuker, marketing strategist per Nike, Amazon, L’Oréal e Unilever; Simo Ahava, Google Analytics advocate; Jason Miller, Head of Content & Social Linkedin; Andrea Rigoni, Partner Deloitte Italy.

 Il primo dei topic ha riguardato l’industria intelligente che sta trasformando il lavoro in fabbrica. Oltre 200 manager della manifattura italiana e importanti player del mondo tecnologico si sono confrontati sul tema del cambiamento radicale e irreversibile dei processi produttivi nel mondo dell’industria reso oggi possibile dall’introduzione di robotica, connettività e Intelligenza Artificiale.

Dalla tecnologia additiva delle stampanti 3D, che dalla prototipazione sono ormai entrate nel processo produttivo, agli esoscheletri e i cobot che entrano nelle catene di montaggio per rendere più efficiente il lavoro umano, fino all’IoT, il mondo produttivo di oggi è animato da una rivoluzione che non è possibile ignorare e che cambia non solo i ritmi e le logiche della produzione, ma anche il rapporto dell’uomo con la macchina: è in atto oggi una nuova dimensione di automazione in grado di determinare una discontinuità pari, e forse superiore, alle rivoluzioni industriali che hanno cambiato lavoro e società nei secoli passati.

Accanto alla presentazione di case history industriali già operative, in cui Intelligenza Artificiale e connettività sono una realtà in funzione ogni giorno, non è mancata la testimonianza dei protagonisti dei luoghi dove l’innovazione si studia e viene realizzata come la Scuola Sant’Anna di Pisa, il CNR e l’Università di Genova.

Secondo tema il retail che diventa smart: così il negozio evolve grazie all’Intelligenza Artificiale. Dall’innovazione digitale che arrivano le soluzioni più promettenti per un rilancio del “negozio” ai tempi del web. Si sono tratteggiate le caratteristiche del nuovo punto vendita grazie a case history di successo. L’interazione con elementi tecnologici come robot antropomorfi, avatar, carrelli smart, applicazioni per la realtà aumentata o visori per la realtà virtuale crea una continuità con le esperienze online, ma va oltre: consente di mappare i gusti e i comportamenti del consumatore, customizzando servizio e proposte di prodotto. I big data raccolti attraverso tutti i canali di vendita e di proposta del brand diventano poi fondamentali per arrivare a ogni singolo cliente con proposte personalizzate e si moltiplicano le applicazioni di Intelligenza Artificiale in grado di individuare i profili dei clienti e prevederne le scelte di consumo.

Quindi il terzo campo applicativo legato al marketing, che oggi si fonda sul virtuale e la dimensione sempre più digitale, bacino migliore per alimentare il nostro business. Le interazioni degli utenti con i social network rappresentino ormai molto più di statistiche di popolarità o gradimento.

Tra i relatori più seguiti durante le giornate di SMXL Igor Beuker, marketing strategist per global brands come Nike, Amazon, L’Oréal e Unilever; Simo Ahava, Google Analytics advocate e Jason Miller, Head of Content & Social di Linkedin.

Essere presenti e sempre più interattivi attraverso internet e i canali social diventa oggi indispensabile in ogni fase della vita di un’azienda, dal posizionamento, dove l’analisi sui social network può dare indicazioni preziose per creare una brand identity competitiva sul mercato, allo sviluppo di nuovi prodotti, sempre più spesso realizzati tenendo conto delle indicazioni degli utenti, elaborate insieme ai comportamenti degli stessi clienti, fino alle strategie di vendita, ottenute attraverso una relazione diretta e customizzata con gli utenti, chiamati ad un ruolo sempre più attivo nella creazione del contesto. Il lavoro sulla proposta online di prodotti e servizi e di intelligence sui dati diventa, così, oggi, fondamentale per la vita stessa dell’azienda: l'accelerazione dell'evoluzione digitale porta, infatti, discontinuità e non capire le strategie oggi possibili comporta il rischio di autodistruzione di quelle aziende che si oppongono al cambiamento.

Infine se così è importante il digitale è opportuna anche la sicurezza, quindi ecco il quarto ed ultimo livello del dibattito, quello che concerne la cybersecurity.

Una fabbrica, un’azienda o un punto vendita connesso attraverso tecnologie smart diventa come un personal computer in grado di immagazzinare ed elaborare dati: ma senza soluzioni di cyber security non può  funzionare e i rischi – come la minaccia di virus per i comuni pc – possono rappresentare una minaccia concreta allo svolgimento delle attività di business.

È per questo che durante le giornate di AIXA si è guardato anche al tema della security: nel tutto connesso il dato diventa prezioso, ma paradigmi sempre più concreti e in via di realizzazione come l’IoT possono essere particolarmente fragili se non supportati da tecnologie in grado di fermare le minacce.

Tra i relatori di Intelligence in Security si sono confrontati con i professionisti presenti Andrea Rigoni, Partner Deloitte Italy ed esperto internazionale di Cyber Security e Gabriele Faggioli, Presidente del Clusit.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003