BANDA LARGA

Tim verso la rete veloce

08/02/2019
di Redazione

Telecom Italia SpA e una società simbolo e storia del nostro Paese, che per tanti anni ha rivestito ruoli di prestigio in ambito europeo.

Dal momento della liberalizzazione, si è verificato ciò che è visibile sotto gli occhi di tutti. I manager della società erano tutti di prima esperienza, e, non a caso, hanno occupato ed occupano ancora posti fortemente prestigiosi nel nostro Paese. Il forte declino è da attribuire a forze esterne che, in maniera a dir poco scellerata ed allegra, hanno sferrato colpi forti e forse vitali. Tuttavia, grazie alla capacità manageriale, i manager riescono ancora ad avere un ruolo. In questi giorni Gubitosi, AD di Telecom Italia, ed Elisabetta Ripa, AD di Open Fiber, si sono incontrati per realizzare la rete veloce o velocissima, in un momento in cui si punta sulla Digital Transformation.

La rete di Tim è costituita da 10.400 centrali che, nel recente passato, costituivano la rete urbana, settoriale, distrettuale, compartimentale, e quindi nazionale. A queste si aggiungono 575.000 Km di tracciato dei cavi; 724.000 Km di fibra in accesso; 151.000 armadi; 115 milioni di Km di cavi e coppie asimmetriche e 8,8 milioni di pali. Da questi dati è facile capire che qualche anno fa servivano circa 100.000 dipendenti più il lavoro per l’indotto.

E’ il caso di dire “il mondo cambia”. La speranza è nell’innovazione e nel miglioramento della qualità della vita, anche attraverso migliori servizi, contenimento di costi.

In questo articolo, sono state presentate alcune considerazioni in materia di Telecomunicazioni. Come evidenziato più volte su Sentieri Digitali, l’argomento TLC è oggetto di considerazione e riflessione da parte del Digital Innovation Hub Virtuale di SI-IES.

← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003