EDITORIA

Alla Fiera di Francoforte si fa strada il libro digitale

08/10/2010
di Annalisa Mancini

Agli Europei piace ancora di carta. Ma a Francoforte, quest’anno, una conferenza su 6 è dedicata al libro digitale e 1.900 editori esporranno anche prodotti digitali. L’edizione 2010 della Buchmesse, la Fiera del Libro di Francoforte, si è aperta il 6 ottobre all’insegna dell‘editoria on line. Il 99% della produzione tedesca è ancora su carta, e così la quasi totalità di quella italiana, secondo il rapporto presentato in occasione della manifestazione da Aie, Associazione editori italiani. Nel nostro Paese gli e-book, i libri in formato elettronico, venduti nel 2009 si contano sulla punta delle dita: non superano lo 0,03% del mercato. Ma da Francoforte arrivano segnali positivi per la nuova editoria, soprattutto nel Nord Europa.

La catena di librerie tedesca Thalia presenterà un nuovo lettore di libri digitali, Oyo, fratello minore dell’americano Kindle, che attinge alla sterminata biblioteca di Amazon. Costerà 139 euro, decisamente meno della versione internazionale dell’e-reader americano, venduta in Europa a 279 dollari (circa 200 euro). Avrà una memoria di 2 GB, sufficiente per archiviare in poco spazio oltre 1.000 volumi virtuali scaricabili senza fili dalla rete di Thalia, e accontenterà i lettori europei di lingua tedesca (Germania, Austria, Svizzera).

Il lancio coincide con la nascita della prima libreria digitale italiana, Edigita, progetto di Feltrinelli, Messaggerie Italiane, RCS Libri e GeMS (Gruppo Editoriale Mauri Spagnol, che riunisce sotto la stessa etichetta editori come Garzanti, Longanesi, Tea e Vallardi). Grazie a Edigita, il mercato dell’e-book italiano potrebbe finalmente decollare: lo studio di Aie prevede una quota dell’1% (pari a quella dell’area tedesca) entro la fine del 2010.

E’ il primo timido tentativo di superare la barriera linguistica dell’offerta dei colossi americani ed europei: con un catalogo di 1.500 titoli italiani, 2.000 entro Natale, Edigita sarà on line dal 18 ottobre. Per leggerli, però, non ci sarà nessun e-reader nostrano. Ancora una volta dovremo cercare all‘estero, libretto di istruzioni e vocabolario alla mano.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003