FORMAZIONE

Coding e pensiero computazionale: imparare a programmare nelle scuole

10/03/2017
di SI-IES Srl

Molti giovani a partire dalla scuola primaria dovranno conoscere il coding: aiuta a sviluppare il pensiero computazionale, un processo mentale che è molto efficace per la risoluzione dei problemi. Con le procedure tipiche del coding, i bambini potranno affinare questa capacità. Sviluppare il pensiero computazionale consente di potenziare la logica, le doti di analisi e l’organizzazione; impartire simili nozioni fin dalla scuola primaria darà in dotazione degli strumenti concettuali utili ad affrontare problemi in modo trasversale ed in più discipline, questo è il motivo per cui la scuola e l’istruzione sempre più vorranno seguire questa direzione.

Un riferimento lo troviamo nella legge 107, art.1 comma 7, dove infatti si parla di pensiero computazionale. I linguaggi di programmazione nel mondo dell’informatica, ma non solo, sono certamente importanti. Il coding in particolare permetterà ai giovani digitali di utilizzare con maggiore consapevolezza i propri dispositivi digitali, il pc ma anche altre tecnologie che si trovano sul mercato a partire dagli smartphone, i tablet e altri dispositivi mobile; una leva agisce, quindi, anche a livello culturale e di competenze digitali oltre che di pensiero logico.

Normalmente, siamo sempre stati abituati a partire dalla costruzione del pensiero computazionale per giungere alla codifica finale, invece oggi con questa innovazione introduciamo un cambio di paradigma: si parte dalla codifica e si giunge alla costruzione del pensiero computazionale.

Senza entrare nel merito dei vari linguaggi informatici noti, ci soffermiamo su due elementi accessibili ai più, un linguaggio di programmazione e un hardware physical computing, che vi consiglimao perchè permettono di mettere in opera il pensiero computazionale. Uno è "Scratch", un linguaggio che consente di programmare in maniera semplice ed intuitiva indicando al computer le fasi e le azioni da compiere. Come una sorta di gioco, "Scratch" è free ed open source ed è presente anche in ambiente “blockly” come una semplice libreria di funzioni, che serve anche per creare app smartphone.

Per ciò che concerne il phisycal computing ed anche la robotica educativa, consigliamo anche la piattaforma hardware Arduino, utile per condire il pensiero computazione e il coding con l’insegnamento dell’elettronica. La SI-IES ha messo a punto dei percorsi di avvicinamente per affinare l’argomento – coding e pensiero computazionale – nella piattaforma www.apprendimentocollaborativo.it. Si cerca, in questo modo di dialogare in modo consapevole sia con il mondo virtuale che con il mondo fisico. Prende forma più che mai, dunque, un argomento che merita di essere approfondito per i giovanissimi e non solo, per creare delle nuove opportunità ed anche per guardare al futuro e al domani lavorativo.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2016 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003