TECNOLOGIA

Dopo l’Ipad: cosa cambia nel mercato dei computer portatili?

02/07/2010
di Federica Chiappetta

L'Osservatorio 7Pixel ha reso noti i risultati dell’indagine svolta nel periodo gennaio/maggio 2010 sul settore dei computer portatili (notebook, netbook e tablet PC) per stimare gli effetti dell’uscita sul mercato dell’iPad della Apple.

La ricerca è il risultato dell’esame di oltre 3 milioni di ricerche compiute dagli utenti dei siti che appartengono al gruppo: 7Pixel, Trovaprezzi.it e Shoppydoo.it

Innanzitutto, i brand che si spartiscono il 90% del mercato dei computer portatili sono sei: Acer (33,7%), Hp (15,5%) Sony (15%), Samsung (9,9%), Asus (11,4%) e Toshiba (8,7). Sono dati medi, riferiti ai nei cinque mesi considerati. Le percentuali indicate sono il valore medio, nei cinque mesi, dei click sui marchi effettuati dai visitatori. Non rappresentano gli acquisti, ma la ricerca di informazioni sui prodotti che ne precede l’acquisto e che quindi risulta un indicatore significativo dei desideri dei consumatori.

Il brand Apple, che nei primi quattro mesi dell’anno aveva registrato l’1,1% dei click, sale all’8% a maggio quando sul mercato compare l’iPad, che con il modello 16gb Wi-Fi risulta addirittura il prodotto più popolare nell’intera categoria “computer portatili”, con una percentuale di ricerche del 5,99%. Complessivamente, la linea iPad viene “cliccata” dal 6,96% degli utenti. Nel mese di maggio, le ricerche sui siti del circuito riguardano un iPad in un caso su quattordici, e un iPad 16gb Wi-Fi per un utente ogni sedici.

Un risultato ottimo, che accredita l’iPad come una killer application, in grado di modificare profondamente lo stile di utilizzo di un pc portatile. Una via di mezzo tra lo smartphone e il netbook, che si caratterizza per il video touchscreen e che viene descritto dagli utenti con termini inediti, quali “intimità” per riferirsi al feeling di uso.

L’effetto sul mercato dei dispositivi portatili è notevole, fina dal primo mese della sua presenza sul mercato. Nei primi quattro mesi, il settore era suddiviso in una proporzione 2:1 tra notebook e netbook, con un ruolo marginale dei tablet pc (circa l’1%). L’avvento dell’iPad riduce del 5% le vendite degli apparecchi più grandi (schermi da 14 “ in su) mentre la quota dei netbook rimane invariata. A prima vista può sembrare incomprensibile: iPad ha dimensioni poco inferiori al netbook, perché toglie mercato ai notebook? La risposta è nel budget di spesa: gli economici netbook non subiscono la concorrenza di iPad, mentre un potenziale acquirente di notebook può pensare di dedicare il suo budget ad uno strumento innovativo. Ovviamente, non ci si riferisce ad un mercato business, ma a tutti coloro che usano un portatile per internet e altre applicazioni poco impegnative.

Anche in questa occasione, Apple è riuscito a conquistare in pieno il mercato consumer, con un prodotto che sarà un grande successo.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003