DOMOTICA

Il futuro della Domotica e della Home Automation - Parte1

18/04/2013
di Redazione

di Ing. Massimiliano De Santis

e Ing. Roberto Mastrogiovanni

Il termine Domotica è un neologismo derivato dal francese Domotique, contrazione della parola greca domos e di informatique, vale a dire l’informatica applicata alla casa.

La domotica è la tecnica che studia l’automazione degli oggetti del vivere quotidiano delle nostre abitazioni, attraverso l’integrazione in un unico sistema a controllo centralizzato. Automazione domestica (Home Automation) significa integrazione di prodotti e servizi per la gestione ed il controllo della casa, più specificamente integrazione di prodotti elettronici con sistemi residenziali, realizzata con l’aggiunta di intelligenza proveniente dall’uso di microprocessori e protocolli di comunicazione.

Scopo della Domotica è lo studio di strumenti e strategie per:

· Migliorare la qualità della vita

· Migliorare la sicurezza

· Risparmiare energia

· Ridurre i costi di gestione

· Convertire i vecchi ambienti e vecchi impianti

Ad un livello superiore si parla di ‘Building Automation’ o automazione degli edifici. L'edificio intelligente, con il supporto delle nuove tecnologie, permette la gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti tecnologici (climatizzazione, distribuzione acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza), delle reti informatiche e delle reti di comunicazione, allo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, il comfort, la sicurezza, il risparmio energetico degli immobili e per migliorare la qualità dell'abitare e del lavorare all'interno degli edifici.

La situazione che ruota intorno alla domotica è di forte attrazione. Se la Building Automation è già consolidata da diversi anni, la Home Automation è un settore in fase di piena espansione anche se la maggior parte dei potenziali utenti finisce poi per considerare questi strumenti superflui e vi rinuncia.

Cause principali di queste rinunce sono:

· Una scarsa informazione al consumatore che rende quindi necessaria la divulgazione approfondita sui vantaggi della domotica come risposta ai bisogni dell’ utente e su come è incentivata a livello fiscale.

· Una parziale formazione dei tecnici e progettisti che porta a formulare proposte limitate e a non considerare altre soluzioni.

Tutto ciò unito alla mancanza di uno standard unico per la domotica, pone seri problemi per il diffondersi di tale tecnica.

Se davvero la domotica si pone come obiettivo la convergenza tecnologica all’interno delle mura (di uffici, case, comunità, hotel, imprese, ecc.) tutti gli attori del mercato devono far confluire interessi e obiettivi per la definitiva valorizzazione commerciale di questo settore.

Per quanto riguarda l’Home e la Building Automation, le soluzioni possono essere suddivise e applicate nei seguenti settori:

· gestione dell’ambiente;

· comunicazione ed informazione;

· sicurezza;

· gestione degli apparecchi domestici.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003