GREEN ECONOMY

Innovazione tecnologica, cibo e territorio

17/11/2017
di SI-IES Srl

I nostri lettori hanno sempre apprezzato il nostro impegno nel campo della comunicazione, della ricerca e sviluppo e della formazione.

Tra gli argomenti contenuti nella legge di bilancio, si parla di distretti del cibo al fine di cercare di promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale.

Non v’è dubbio che si punta ad una maggiore sicurezza agroalimentare, cercando di abbattere l’impatto ambientale delle produzioni, cercare di diminuire lo spreco alimentare e salvaguardare il paesaggio, il territorio, per mezzo anche delle attività agroalimentari e agricole, sono istituiti i distretti del cibo. Non vi è una precisa definizione per i distretti del cibo. La SI-IES Srl vi ha creduto molto con il proprio impegno sia per il cambiamento e sia per il ruolo dell’innovazione tecnologica.

I distretti rurali e i distretti agroalimentari, di cui all’articolo 13 del decreto legislativo del 18 maggio 2001 n.228, affermano che le competenze dei distretti vedano presenti sia le Regioni e sia il Ministero delle Politiche Agricole.

I distretti guardano i sistemi produttivi locali, per le aree urbane o periurbane secondo le peculiarità produttive locali, seguire tutta la filiera delle integrazioni fra le attività agricole, la vendita diretta dei prodotti agricoli, le attività di prossimità, di commercializzazione e ristorazione esercitate nello stesso territorio, delle reti di economia solidale e di gruppi di acquisto solidale, attività che comprendono le attività coltivazione, di allenamento, di trasformazione, proporzione alimentare e agroindustriale, svolte con il metodo biologico e nel rispetto dei criteri della sostenibilitò ambientale, conformemente alla normativa europea, nazionale e regionale vigente.

Le politiche agricole e le regioni daranno vita concreta ai distretti del cibo. Al fine di sostenere le attività del distretto del cibo si applicano le disposizioni relative ai contratti del distretto di cui alla legge 27 dicembre 2002 n.289, articolo 66 comma 1. Secondo SI-IES vi è necessità di avere un forte impegno con comunicazione, informazione e valorizzazione del cibo in ambito locale, utilizzo di nuove tecnologie per diffondere, comunicare, organizzare incontri, convegni, premi, rapporti, con le istituzioni diffondendo i prodotti/cibi Dop, intesa con istituti di ricerca e università.

La SI-IES è proprietaria del dominio www.distrettodelcibo.it, con il proprio osservatorio ODAR che contiene dell’ottimo materiale per sviluppare iniziative e progetti per le attività che riguardano i distretti del cibo. Con la business school di sentieridigitali e con il sito www.apprendimentocollaborativo.it si provvederà a sostenere l’iniziativa, pensando anche a progettualità e all’utilizzo delle tecnologie di realtà aumentata e realtà virtuale.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003