COMUNICAZIONE

Sfrutta la content intelligence per aumentare la retention dei tuoi utenti

16/11/2018
di Camilla Bottin

Vi ricordate quando Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha definito il branding come la risultante di quello che le persone pensano o dicono di voi in vostra assenza, magari quando siete fuori dalla stanza?

Il problema è che la Rete ha allargato a dismisura le pareti di questa stanza e l’eco è diventato pressoché infinito. Come possiamo effettivamente sentire e farci sentire da chi ci sta di fronte, tra i diversi stimoli mediatici e il continuo rumore di fondo dovuto al pullulare dei messaggi di competitors?

È per questo che le aziende devono dotarsi di nuove competenze comunicative: presupponendo l’importanza dell’ascolto, aspetto fondante della dimensione relazione, i brand devono saper leggere tra le righe dei comportamenti degli utenti soprattutto quello che non viene detto, ovvero i bisogni inespressi, per poterli coinvolgere emotivamente.

Ma la comprensione del contesto digitale in cui si sviluppa il buyer’s journey di ciascun utente travalica le capacità umane: è per questo che si ricorre alla tecnologia, all’Intelligenza Artificiale. Il collante che lega brand e consumatori è rappresentato dai contenuti pubblicati sui vari canali aziendali: è dall’atteggiamento che gli utenti manifestano nei loro confronti che possiamo conoscerli meglio.

Infatti, a raccogliere dati su come gli utenti fruiscono degli asset del brand ci pensa la Content Intelligence, ovvero l’Intelligenza Artificiale applicata ai contenuti. Ma come funziona? In pratica l’AI, tramite funzionalità di analisi semantica, Speech-to-text e Image recognition, prende in esame tutti i contenuti, sia testuali sia multimediali, prodotti da un’azienda (se unificati in soluzioni come il DAM Intelligente che ne controlla l’intero processo approvativo e distributivo meglio ancora!) e li classifica con tag identificative degli argomenti che li caratterizzano.

Queste stesse tag (o etichette) vengono poi correlate, sempre grazie all’AI, agli utenti che hanno guardato i contenuti corrispondenti tenendo traccia in tempo reale delle loro preferenze: questi dati, se arricchiti alle informazioni socio-demografiche già in nostro possesso nel CRM, ci danno una panoramica davvero completa di chi è la persona, a cosa sta pensando e cosa potrebbe muoverla alla conversione.

Questo perché, grazie alla Content Intelligence e alla misurazione che offre delle performance dei contenuti, sappiamo quali tipologie di comunicazione influiscono maggiormente sulle loro scelte. In questo modo, con tali dati ricavati “in diretta” sugli interessi degli utenti possiamo:

1. Migliorare le nostre strategie editoriali grazie alle conoscenze che abbiamo acquisito su argomenti e formati che “funzionano” di più
2. Alimentare le iniziative di Marketing Automation con informazioni sempre aggiornate
3. Aumentare l’engagement con una comunicazione che viene “cucita” in misura sartoriale su ogni singolo visitatore

La conseguenza finale è l’incremento della retention dell’utente il quale, “catturato” da argomenti che sono realmente affini ai suoi interessi, sarà spinto ad approfondire la sua navigazione all’interno dei canali del brand, arrivando a trovarvi qui la soluzione ai suoi bisogni e a convertirsi fino all’acquisto finale.

Quale modo più efficace per essere veramente customer centric? Grazie alla Content Intelligence puoi dire ai tuoi visitatori “resta con noi” e questo migliorando la soddisfazione della sua customer experience.

Se vuoi approfondire l’argomento scarica l’ebook gratuito


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003