SALUTE

Come sarÓ il post emergenza

13/05/2020
di Camilla Santoro

È nota a tutti l’importanza di una riorganizzazione di un modello strutturale a livello sanitario. L’adozione di una strategia digitale sanitaria mai come oggi è uno dei principali temi da affrontare ma non soltanto in modo teorico. Parafrasando Bill Gates che nel 2015 ad un TED Talks tuonò una specie di profezia/previsione alla quale nessuno avrebbe voluto crederci e invece era indispensabile farlo, ovvero che non saremmo stati in grado di affrontare la prossima epidemia.
 
Perché ci sono ancora dubbi e diffidenze sulla possibilità di far collaborare sanità e tecnologia, il cui collante si chiama investimento e il movente si chiama miglioramento della qualità della vita. Perché siamo scettici se dobbiamo dare i nostri dati ad una App per fini sanitari in tempi di emergenza ma ad occhi chiusi inseriamo anche il conto corrente per i siti commerciali, disposti a farci spiare dalle webcam e farci ascoltare dagli assistenti vocali.
 
Il modello italiano spende circa il 37% in meno rispetto agli altri Paesi dell’Europa Occidentale (Agenda Digitale). In Gran Bretagna il governo prima che scoppiasse la pandemia aveva stanziato 6,2 miliardi di sterline di cui 450destinate alle tecnologie di Intelligenza Artificiale, con la visione di un aumento programmato di circa 33,9 miliardi fino al 2024 (fonte: Agenda Digitale). Certo abbiamo capito a tutti i livelli che effettuare tagli sulla sanità pubblica può creare delle difficoltà e dei problemi che risulta difficile fronteggiare e risolvere.

← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003