TECNOLOGIA

Le soluzioni per il futuro con il 5G

16/01/2019
di Redazione

Dal mondo del 5G le soluzioni esistenti sono moltissime e trasversali per studenti, mondo del lavoro, formazione, per la salute, la sicurezza, industria e città intelligenti.

Avremo una piattaforma in grado di migliorare l’apprendimento degli studenti e dei lavoratori, per rendere la formazione che scolastica o professionale più immersiva grazie alla combinazione tra realtà virtuale e realtà aumentata, con il 5G sarà auspicabile. Con alcune soluzioni offerte dall’innovazione tecnologica i ragazzi potranno accedere attraverso dispositivi indossabili a contenuti multimediali in 4K e modelli 3D. Inoltre sarà sempre più semplice l’utilizzo della piattaforma lezione a distanza in videoconferenza.

Nell’ambito salute l’ambulanza sarà equipaggiata con il Multi Access Edge Computing (Vodafone), l’operatore a bordo effettuerà video chiamate in alta risoluzione in collegamento con la centrale operativa per monitorare lo stato di salute del paziente, identificarne il volto per recuperare la storia clinica con procedure standard, il tutto con l’aiuto della realtà aumentata e la possibilità di condividere parametri vitali, nonché effettuare esami diagnostici per immagini in tempo reale.

Sul fronte sicurezza in 4K la polizia locale avrà droni di videosorveglianza (per la sicurezza cittadina); con 5G gli agenti potranno adoperare flussi video in 4K con alta definizione delle immagini; adottare video chiamate veicolari mobili connesse alla rete 5G, sempre più la polizia potrà intervenire in tempo reale. Poi ci sarebbe un dibattito di tutela, di riservatezza e del confine tra dominio pubblico e privato.

Nell’Industria 4.0 il primo robot a due braccia si chiama YUMI, fatto da ABB con tecnologia 5G e l’Edge Computing nella rete “Vodafone”, un robot collaborativo che comunica via wireless con un dispositivo in grado di riconoscere i movimenti di un operatore umano e trasformarli in comandi per il robot stesso.

Sul fronte smart city tra i verticali che il 5G ha innescato ci sono Bari e Matera. In tale ambito un sistema di illuminazione intelligente e innovativo, nonché sostenibile che consente di minimizzare i consumi, riducendo l’impatto ambientale. Nasce un network di telecamere intelligenti per il monitoraggio degli accessi per la Public Safety del porto di Bari. Matera è “turistica” con un cicerone digitale che consente di ottenere una immersione totale nella bellezza della città anche se fisicamente si è distanti e i siti inaccessibili.

Dalla parte della mobilità si pensa subito alla vettura senza conducente. Tim a Torino ha posizionato un’antenna 5G pronta per un esperimento con la BMW i3 a controllo remoto su una rete 5G sperimentale. In pratica, un operatore siederà su un sedile di un simulatore d’auto simile a quello dei videogiochi e tramite delle webcam montate nell’auto avrà una visione esterna di oltre 180° ed una visione interna di poco meno.

Il futuro con il 5G sembra veramente fantascientifico ma è più reale che mai.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003