EVENTI

Trasformare gli scenari: l'Africa e l'innovazione

19/12/2017
di SI-IES Srl

Confindustria ha affrontato a Roma, il giorno 13.12.2017, il tema della situazione economica globale “L’espansione globale prosegue”, con approfondimento “Africa decisiva: opportunità e criticità”, in occasione del seminario del Centro Studi CSC.

L’evento ha cercato di assumere il senso di una “wake-up call”, per stimolare una presa di coscienza nei confronti di profonde trasformazioni degli scenari in atto e delle relative opportunità, nonché della necessità di costruire una stabile base di confronto per accedervi.

Per il nostro Paese, coerentemente inserito in uno scenario globale di crescita, il fenomeno dei flussi di emigrazione della popolazione italiana con meno di 40 anni, continua ad essere significativo, nonostante i segnali positivi negli andamenti delle dinamiche occupazionali.

In Africa cambia il modello di sviluppo economico e si assiste all’innalzamento degli standard di vita (con crescita più rapida per i paesi del Nordafrica rispetto a quelli dell’Africa subsahariana), con il traino della transizione dell’economia dall’agricoltura ai servizi e dell’aumento dei consumi. Migliorato l’indice di sviluppo umano, che tiene conto anche di salute e istruzione. Tuttavia rimane alto il tasso di povertà, e la percentuale di popolazione senza energia elettrica. Maggiori investimenti sono attratti nelle aree di maggiore stabilità, e il dato demografico è stato presentato come particolarmente rilevante: l’attuale popolazione di 1 miliardo e 256 milioni potrebbe raddoppiare entro il 2050, secondo previsioni delle Nazioni Unite, con relative possibilità di crescita dell’economia.

Secondo l’Executive Director della African Development Bank, l’innovazione tecnologica in Africa può giocare un ruolo rilevante nel plasmare un percorso di crescita diverso rispetto a quello dei Paesi Industriali, sostenendo il modello di cambiamento in atto.

L’Africa ha dimostrato una velocità di assorbimento delle tecnologie potenzialmente molto alta. Si tratta del continente con più alto livello di Mobile Banking (in termini di numero di account di clienti registrati e attivi). In assenza di ostacoli alle politiche economiche la trasformazione può essere molto veloce. Nel Kenya l’adozione del cellulare e del mobile banking (si veda M-PESA) è stata notevolmente più rapida rispetto all’adozione negli USA di tecnologie quali radio, televisione a colori, telefono, internet e automobili. In alcuni Paesi (es. Tanzania), più riflessivi rispetto ad un immediato allineamento, la trasformazione incontra, invece, alcuni ritardi.

Tra le tecnologie particolarmente evidenziate, quelle di mobile banking, IoT,  blockchain, e piattaforme per lo scambio di conoscenza, proposte come opportunità di riduzione delle asimmetrie di informazione. E’ stata, inoltre, introdotta una riflessione sulla necessità di individuare benefici comuni dai flussi migratori, in considerazione di alcuni flussi di movimento di persone che possono crescere con la crescita delle opportunità economiche e il miglioramento dell’accesso a informazioni e scelte.

Da precedenti esperienze imprenditoriali nel continente africano, accanto alle criticità sono state menzionate prudenza e approccio sociale di condivisione, ben accetto come approccio agli affari.

Il convergere di azioni politiche per promuovere queste attività è indicativo del supporto ad alcuni cambiamenti in atto. Il G20, attraverso l’Africa Partnership Conference e l’iniziativa Compact with Africa, ha scelto alcuni Paesi con cui creare partnership per il miglioramento delle condizioni di investimento, considerando il ruolo del settore privato come strategico per la trasformazione del continente.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2016 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003