"Visioni Verticali"

Eccezionalità, creatività, qualità. È con questi sostantivi che si può riepilogare il concetto di “Verticalità” presentato da alcuni ragazzi lucani attraverso la cultura, il cinema, l’arte. Il luogo scelto per l’occasione è il Palazzo della cultura, a pochi passi dalle vie storiche del centro di Potenza. Ed è proprio da un pezzo di Sud ancora poco conosciuto che è iniziato questo viaggio cinematografico in “verticale” della durata di due giorni.
 
Sono stati presentati cortometraggi, lungometraggi, documentari e reportage, riflessioni sull’architettura e sull’arte per parlare del filo rosso che unisce la Basilicata alla settima arte. Non solo perché già qualcuno (Pasolini, Wertmüller, Salvatores) aveva scoperto questa terra di “sangue e magia” ma perché c’è stato un richiamo a riscoprire una parte di Italia inedita. A dare voce alla narrazione sono stati ragazze e ragazzi lucani che hanno voluto esporre il risultato di alcuni lavori propri, e non, dopo aver indossato le vesti di esploratori di realtà urbane, remote, periferiche. Hanno accompagnato lo spettatore in un viaggio innovativo e allo stesso tempo tradizionale, riuscendo perfettamente ad immergerlo nei luoghi proiettati sullo schermo: Ecuador, Sardegna, Brooklyn, Londra, Potenza, Venosa, Matera. Scenari di racconti di chi lotta contro l’estinzione, la perdita, l’emigrazione e di chi invece resta e resiste in un terra, la Basilicata, che vede lo spopolamento e l’abbandono di 101 paesi su 131. Ed è proprio partendo da questi numeri che, attraverso la festa del cinema, si è cercato di riaccendere un senso di appartenenza alla Lucania con immagini e progetti ambiziosi come “Inside Potenza”, “Basilicata in 4K” e “Matera Airport City” firmati Digital Lighthouse: un progetto di ricerca e sviluppo nell’ambito della computer grafica 3D promosso da una società di ingegneria specializzata nel “remote sensing” terrestre ed aereo, nell’ICT e tecnologie aerospaziali.
Lo spettatore è stato immerso “in verticale” in un viaggio tra tradizione e sperimentazione reso possibile grazie alle tecniche innovative utilizzate per la simulazione virtuale e la riproduzione di modelli digitali 3D di ambienti naturali diventati set per il cinema, siti di interesse, architetture, paesaggi incredibili, utilizzando i dati forniti dal telerilevamento. Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Digital Tourism, Video Mapping sono solo alcuni dei servizi offerti dall’innovazione tecnologica che, oltre a rinforzare la promozione della Basilicata- come la sperimentazione della rete 5G- riescono a regalare una nuova espressività al cinema.
 
Sono stati due incontri intensi mossi da passioni differenti ma padroneggiati da un comune denominatore: prendersi cura di una città e una terra attraverso risorse che i ragazzi hanno cercato di disseppellire e ci sono riusciti raccogliendo il plauso della comunità locale con una considerevole risposta di partecipazione dei cittadini.
 
Tra storia, tecnologia e arte ci auguriamo che questa iniziativa frutto di collaborazione, sintonia e affiatamento, sia portata avanti e possa crescere con la semplicità che l’ha caratterizzata in modo da far diventare questa eccezionalità una regola.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

564FansLike
1,516FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Auto elettriche e le sigle kW e kWh

Promuovere le auto elettriche Siamo sulla strada della mobilità sostenibile e ci stiamo avvicinando al primo obiettivo europeo (2030) per un drastico abbattimento delle emissioni...

Il DIHV incontra l’ISPRA

In occasione del consueto appuntamento mensile, il Digital Innovation Hub Virtuale si è riunito in call conference per approfondire e discutere la tematica relativa...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share