Vittorio Colao e il 5G

Dal Ministro dell’Innovazione tecnologica e transizione digitale, focus 5G

Il 25 maggio u.s. il Comitato interministeriale per il digitale coordinato dal ministro per l’Innovazione tecnologica Vittorio Colao, ha comunicato la strategia per la banda ultra-larga aprendo la possibilità a mettere maggiori disposizioni degli operatori radiomobili ulteriori risorse spettrali per il 5G. Inoltre, comunica della possibilità di valutare la condivisione delle infrastrutture di rete mobile e dello spettro radio ponendo quindi il 5G come attore protagonista della banda ultra-larga che sarà finanziata con due miliardi di fondi del Recovery plan.

Possibilità di frequenze circoscritte

Il 5G sta rivoluzionando tutto il settore della tecnologia fornendo servizi migliori in tutti i mercati, ed è per questo che anche l’Italia sta iniziando a seguire alcuni paesi europei come la Svezia, Il Regno Unito e la Germania, nell’assegnare alcune frequenze in via esclusiva a usi privati su base locale. Ciò vorrebbe dire che entri come ospedali, università, porti e grandi utilities potrebbero vedersi assegnate delle porzioni di spettro in maniera circoscritta e affidarsi a provider o gestori come fornitori del servizio. L’Authority per le comunicazioni sta affrontando la materia avviando una indagine conoscitiva su chi possa avere interesse a controllare in modo diretto e sicuro i dispositivi in rete e quindi sull’uso delle licenze per il servizio.

Il nuovo Codice UE

Sul tema del 5G l’Europa sta preparando il nuovo Codice delle comunicazioni elettroniche proprio per regolamentare, le misure, le modalità di organizzazione, meccanismi e gestione dello spettro radio.

Le indicazioni dall’Europa saranno preziose per meglio comprendere l’evoluzione e l’uso del 5G in Italia. Infatti, il nostro Paese è proiettato al 2023 verso la World Radiocomunicazioni Conference a cui si destinerà una parte importante del mid-band al 5G. A quel punto si potrebbe concretizzare l’ipotesi di una nuova gara dopo quella svolta nel 2018.

Articolo precedenteIl Rotary e il nostro Paese
Prossimo articoloReti sanitarie intelligenti
Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,510FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share