Il Progetto “Made in Italy Pavillon”

Il progetto di Alibaba Group e Agenzia ICE è estremamente ambizioso

È stato siglato martedì 24 novembre 2020 il Memorandum of Understanding tra Alibaba Group, il colosso dell’e-commerce guidato da Jack Ma, con fatturato di oltre 65 miliardi, e l’ICE, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese. Il fine è quello di rinforzare la collaborazione tra le due società al fine di realizzare il progetto del “Made in Italy Pavillon” all’interno del marketplace b2b di Alibaba.com. Infatti, ICE si occupa per lo più dell’utilizzo di moderni strumenti atti alla promozione e comunicazione multicanale, agendo per confermare l’eccellenza del Made in Italy nel mondo.

Questo progetto è il primo in Europa tra Alibaba e un partner governativo

Una grande filiera online permanente, aperta 365 giorni su 365, 24 ore su 24. In grado di raggiungere cifre per 26 milioni di clienti professionali in 190 paesi del mondo. L’accordo darà l’opportunità a più di trecento aziende italiane di attivare un loro canale. Il canale si troverà all’interno del “Made in Italy Pavillon” per 24 mesi gratuitamente, grazie ad un contributo dell’ICE. Le società potranno usufruire dei programmi di formazione e servizi di assistenza per la gestione del proprio canale digitale. ICE e Alibaba hanno unito le rispettive forze per designare e migliorare campagne mirate allo smart marketing e keyword advertising. Il fine è quello di supportare le aziende nel raggiungimento dei propri obiettivi.

Il progetto è in linea con l’attuazione del Patto per l’export

Siglato a giugno 2019, che tra i 6 pilastri prevede anche lo sviluppo dell’e-commerce. Un canale in cui però le imprese italiane sono ancora troppo poco presenti, con appena l’1% delle transazioni commerciali online. Un ritardo che caratterizza soprattutto le aziende di piccola e media dimensione, proprio quelle a cui mira il “Made in Italy Pavillon“.

Un’intesa «di nuova generazione»

Il Ministro degli Affari Esteri Luigi di Maio l’ha definita un’intesa di «nuova generazione». Infatti, nonostante siano già attuati ben 25 progetti con partner internazionali, tutti rivolti a business-to-consumer (B2C), il carattere business-to-business (B2B) su cui è impostato questo nuovo accordo è estremamente innovativo. Lo rende il primo progetto di questo genere che l’ICE realizza al fine di supportare e sostenere l’e-commerce delle aziende italiane.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

565FansLike
1,538FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Coronavirus: la plastica, il virus ecologico dell’epidemia.

Il virus ecologico dell'epidemia Il virus ecologico dell'epidemia, ovvero la plastica, è cresciuto in modo esponenziale dall'inizio della pandemia. Ciò ha suscitato preoccupazione in un...

E-mobility

Innovazioni importanti nel campo dell'e-mobility Chi crede nell’innovazione e nella trasformazione digitale non ha difficoltà ad applicare questo ragionamento anche per ciò che riguarda le...

Protagonisti della scena green

Le Nazioni Unite e l’Agenda 2030 hanno chiesto che si aumenti il riciclo e il reimpiego di acqua riducendo così l’inquinamento e il rilascio...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share