L’innovazione può contribuire a superare la crisi?

Tutto ciò è certamente possibile, ma è necessario un piano di azione con obiettivi determinati per superare la crisi.

In questi giorni si parla di “Leggi di Bilancio 2020-2021”. Il primo obiettivo dovrebbe essere proprio quello di abbattere la burocrazia per superare la crisi. Secondo noi è necessario prorogare la cassa integrazione covid-19 per almeno sei mesi. Proroghe in favore delle PMI e delle imprese 4.0. Incentivi per i neolaureati e under 30, in particolare per coloro che si trovano al sud, incrementando i “bonus giovani”. Riguardo all’editoria, è necessaria la proroga per gli investimenti pubblicitari su quotidiani, periodici e riviste online per il triennio 2021-2023. Creare opportunità per tutti i titolari di “dottorati di ricerca”, incentivare iniziative innovative e l’utilizzo del digitale, abbattere il CO2, non toccare le pensioni.

La Legge di Bilancio 2021

Sembra essere una manovra finanziaria innovativa quella approvata dal Consiglio dei Ministri nella sera del 16 novembre 2020. Una riforma ideale per risolvere questioni relative a famiglie, lavoro e fisco. Sono più di 38 miliardi gli euro stanziati per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Accanto alla legge di bilancio, è approvato il decreto relativo allo stop delle cartelle fiscali e ai pignoramenti fino al 2021. Gli articoli approvati effettivi sono 228 rispetto ai 248 contenuti nella bozza. Inoltre, per fronteggiare la pandemia, è confermato il blocco dei licenziamenti e la proroga della Cassa integrazione guadagni.

La legge di Bilancio è articolata in due sezioni

La prima è quella “normativa”, la seconda riguarda la “sezione contabile”. Nello specifico, la sezione normativa racchiude tutte le misure quantitative funzionali a realizzare gli obiettivi della finanza pubblica. La sezione contabile invece contiene la previsione delle entrate e delle spese del bilancio nazionale basandosi sulla legislazione vigente integrate con gli effetti della manovra finanziaria.

Quando entra in vigore?

Il testo della legge di Bilancio 2021 ha avuto un riscontro positivo da parte della Commissione Europea, presso il quale è stato inviato in data 18 ottobre 2020. La Commissione Europea ha tempo fino al 30 novembre per dare un suo primo parere e fino a primavera 2021 per esprimere quello definitivo. Attraverso questi riscontri si darà o meno la possibilità all’Italia di aumentare il deficit per avere maggiori risorse da investire.

Il 31 ottobre il testo della legge di Bilancio 2021 è stato presentato al parlamento

nella manovra finanziaria triennale di finanza pubblica sono inseriti tutti gli interventi e relative quantificazioni economiche. Questi servono allo Stato per raggiungere gli scopi indicati nella nota di aggiornamento del Def. Entro il 31 dicembre 2020 è necessaria l’approvazione del testo della legge di Bilancio 2021 da parte del Parlamento. Qualora approvato, verrà pubblicato sotto la voce di “nuova manovra 2021” nella Gazzetta ufficiale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

564FansLike
1,517FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Auto elettriche e le sigle kW e kWh

Promuovere le auto elettriche Siamo sulla strada della mobilità sostenibile e ci stiamo avvicinando al primo obiettivo europeo (2030) per un drastico abbattimento delle emissioni...

Il DIHV incontra l’ISPRA

In occasione del consueto appuntamento mensile, il Digital Innovation Hub Virtuale si è riunito in call conference per approfondire e discutere la tematica relativa...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share