5G e Machine Learning

Il 5G è stato progettato per incrementare la velocità, ridurre la latenza e migliorare la flessibilità dei servizi wireless. Mentre le generazioni precedenti di tecnologia cellulare (4G) si concentravano sulla garanzia della connettività, il 5G porta la connettività a un livello superiore, attraverso la fornitura di esperienze di connessione che vanno dal cloud ai clienti.

Altro vantaggio che apporta la rete 5G è quello di semplificare la mobilità con funzionalità ottimali di open roaming tra l’accesso via cellulare e tramite Wi-Fi. Gli utenti mobili potranno rimanere connessi mentre si spostano dalle connessioni wireless esterne a quelle delle reti wireless all’interno degli edifici, senza che occorra il loro intervento o la necessità di eseguire nuovamente l’autenticazione.

Al fine di aumentare la larghezza di banda disponibile per gli utenti, le nuove antenne incorporeranno una tecnologia nota come Massive MIMO (multiple input, multiple output), che consente a più trasmettitori e ricevitori di trasferire più dati in contemporanea.  È progettata per supportare una rete convergente ed eterogenea che unisce tecnologie wireless, sia coperte da licenza che prive di licenza.

Le architetture 5G saranno piattaforme basate sul software, dove la funzionalità di networking viene gestita dal software piuttosto che dall’hardware. I progressi nella virtualizzazione, nelle tecnologie basate sul cloud, nell’IT e nell’automazione del processo aziendale consentono all’architettura 5G di risultare agile e flessibile e di fornire sempre e ovunque accesso agli utenti. Le reti 5G possono creare costrutti di sotto-reti software-defined, noti anche come sezioni di rete. Queste sezioni consentono agli amministratori di rete di determinare la funzionalità della rete, sulla base degli utenti e dei dispositivi presenti.

Il 5G ottimizza inoltre le esperienze digitali attraverso l’automazione abilitata dal machine-learning (ML). La richiesta di tempi di risposta entro frazioni di secondo (ad esempio per i sistemi di guida senza conducente) impone alle reti 5G di fornire l’automazione con ML e, prima o poi, con il deep learning e l’intelligenza artificiale (IA). Il provisioning automatico e la gestione proattiva del traffico e dei servizi ridurrà il costo dell’infrastruttura e migliorerà l’esperienza di connessione.

Nel settore sanitario, la tecnologia 5G e consentirà ai pazienti di essere monitorati tramite dispositivi collegati che forniscono costantemente dati relativi a indicatori di salute fondamentali, quali battito cardiaco e pressione del sangue. Nell’industria automobilistica, l’associazione del 5G agli algoritmi basati su ML fornirà informazioni su traffico, incidenti e altro ancora. I veicoli potranno condividere informazioni con altre vetture ed entità su strade, ad esempio i semafori. Queste sono solo due applicazioni industriali della tecnologia 5G che possono offrire agli utenti esperienze miglior e più sicure.

Scopo della tecnologia 5G è infine quello di migliorare la connettività nelle zone rurali sottoservite e nelle città in cui la domanda può superare le capacità odierne della tecnologia 4G. Le nuove reti 5G dispongono anche di un’architettura ad alta densità e con l’accesso distribuito e avvicineranno l’elaborazione dati al perimetro e agli utenti, rendendola in tal modo più veloce.

Articolo precedenteMascherina si VS mascherina no
Prossimo articoloParliamo di innovazione

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,490FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share