ChatGPT, la AI nel linguaggio

ChatGPT è essenzialmente una variante del popolare software di generazione del linguaggio GPT-3.5 di OpenAI progettato per condurre conversazioni con le persone. Alcune delle sue caratteristiche includono la capacità di rispondere a domande di follow-up, contestare premesse errate, rifiutare domande inappropriate e persino ammettere i propri errori, secondo un riepilogo OpenAI del modello linguistico.

ChatGPT è stato addestrato su un’enorme quantità di dati di testo. Ha imparato a riconoscere i modelli che gli consentono di produrre il proprio testo imitando vari stili di scrittura, come rilevato da Gartner. OpenAI non rivela quali dati precisi sono stati utilizzati per l’addestramento di ChatGPT, ma la società afferma che generalmente ha scansionato il Web, utilizzando libri archiviati e Wikipedia.

Gartner afferma che per ora ChatGPT è più un modo per OpenAI di ottenere pubblicità e mostrare ciò che è possibile per modelli linguistici di grandi dimensioni, piuttosto che essere un utile software da incorporare all’interno dell’uso aziendale. Sebbene ChatGPT sia gratuito, OpenAI vende l’accesso al suo linguaggio sottostante e ai relativi modelli di intelligenza 198198artificiale che le aziende possono utilizzare.

Tuttavia, alcune aziende stanno iniziando ad usare ChatGPT per scopi più avanzati; ad esempio, la startup di gestione dei contratti digitali Ironclad sta esplorando come utilizzare ChatGPT per riassumere le modifiche ai documenti legali. La funzione sarebbe utile per i clienti legali della startup, che alterano regolarmente i documenti e poi avvisano i loro colleghi dopo aver apportato le modifiche,.

GoGwilt ha affermato che ChatGPT offre risposte “più creative” rispetto a modelli linguistici simili sviluppati da grandi aziende tecnologiche. Lo strumento linguistico AI di Meta, soprannominato RoBERTa, sembra più capace di classificare ed etichettare il testo, ha affermato GoGwilt, aggiungendo che la sua azienda utilizza sia GPT che RoBERTa per potenziare determinate funzionalità nel suo software di documenti digitali.

Alla società di ricerca legale e dati LexisNexis, Min Chen, un vicepresidente, ha dichiarato in una e-mail che lei e il suo team stanno appena iniziando a testare ChatGPT sebbene utilizzino già il software GPT-3 di OpenAI attraverso il cloud Azure di Microsoft. Chen ha affermato che GPT-3 è più adatto a LexisNexis perché è un prodotto aziendale e può essere personalizzato. Tuttavia, il suo team ha sperimentato ChatGPT e ha affermato che a volte genera “risposte sensate” che sono “molto impressionanti”. Tuttavia, ha i suoi difetti. “Temo che non sia abbastanza affidabile come strumento decisionale per una seria ricerca legale”, ha detto Chen. “In alcuni casi, ChatGPT darà una risposta molto prolissa che sembra avere un senso, ma la risposta non sta ottenendo i fatti”.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,481FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share