Freno e recupero energia

La documentazione in nostro possesso ci consente di fare un’analisi relativa alle tecnologie di energie harvesting per le infrastrutture di trasporto a partire dalle pavimentazioni stradali capaci di convertire il veicolo che crea energia in energia elettrica.

Bisogna anche capire il significato di VRI inclusi i principali modelli di dinamica del veicolo ed i relativi parametri della pavimentazione stradale e le caratteristiche riguardanti il veicolo per accelerazione, frenata, rotolamento libero, considerando le caratteristiche della pavimentazione stradale a partire dai materiali, tendenza e forme, al fine di quantificare con precisione l’energia rilasciata dai veicoli alla pavimentazione stradale, l’energia assorbita dal materiale alla pavimentazione stradale e al relativo sistema di conversione.

Sembra che nei progetti di ricerca secondo le nostre fonti esistenti nel campo RPEH abbiano presentato un modello esaustivo per l’energia rilasciata da veicoli con caratteristiche del veicolo e della pavimentazione stradale come input del sistema citato RPEH.

Un classico sistema di raccolta d’energia ha tre diverse unità: raccolta, conversione ed infine lo stoccaggio. La prima è responsabile della cattura di energia dalle fonti esterne e poi vi è la conversione e l’archiviazione.

Lo stoccaggio è compreso tra le unità di raccolta e di conversione, funzionando come un buffer dell’energia raccolta e consentendo di massimizzare l’efficienza globale del sistema.

Nella raccolta di energia meccanica dei veicoli è stato praticato poco dal punto di vista dell’ipotesi di lavoro. Successivamente nel progetto di ricerca secondo SI-IES occorre un modello computazionale che svilupperà l’unità di conversione dell’energia comprendendo almeno quattro componenti: raccolta, conversione, accumulo ed unità di controllo dello stoccaggio di energia. Ciascuna unità rappresenta una diversa componente del sistema ma le caratteristiche in questione devono afferire ad un modello che le unisca in maniera tale che tutte possano funzionare come una singola unità.

Le prestazioni di ciascuna componente saranno valutate tenendo presente l’energia ricevuta, erogata o convertita, consentendo di determinare anche le eventuali inefficienze di ogni singola componente del sistema. Bisogna arrivare alla convalida di questi sistemi e verrà sviluppato il modello di erogazione d’energia studiando diversi possibili usi dell’emergenza elettrica che verrà generata come l’erogazione alla rete elettrica o ad un’applicazione finale, sia in corrente continua sia in corrente alternata. È importante la fase che riguarda la raccolta dei dati al fine di realizzare un sistema innovativo di RPEH seguendo almeno le seguenti fasi: formulazione d’ipotesi; progetto; modellazione; simulazione e verifica dell’ipotesi; applicazione di una logica induttiva e deduttiva; analisi del risultato (risultati); prototipazione e prove sperimentali; analisi dei risultati e confronto tra dati teorici e sperimentazione (risultati); ed infine le conclusioni (e ottimizzazione). È nostra intenzione partecipare con partners europei a progetti secondo il piano 2021/2027.

Articolo precedenteHic et nunc
Prossimo articoloL’Europa e il digitale
Francesco Chiappetta
Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,509FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share