Open Ran

In questo anno e mezzo di pandemia, il traffico mobile è cresciuto in maniera esponenziale e non si registra solamente un incremento della domanda di supporti di connessioni di tipo “always connected” e di terminali controllati da remoto, vale a dire i dispositivi IoT (Internet of Things).

Dati alla mano, solo poco più dell’intera popolazione mondiale (il 53%) è collegata alla rete internet, mentre 3,6 miliardi di persone sono off-line principalmente per condizioni economico-sociali.

Per aumentare la connessione internet nel mondo e consentire così la fruizione di una vasta gamma di servizi ormai indispensabili per ragioni di lavoro, studio e di vita, una soluzione potrebbe essere offerta da un allineamento di tecnologie cloud-based e software-based, nonché dall’impiegabilità di server e hardware seriali.

Questa soluzione ha un nome: Open Ran (Open Radio Access Network).

La nuova architettura di reti c.d. a radio aperte presenta un duplice vantaggio: i costi e i tempi di realizzazione sono molto inferiori rispetto alle reti fornite da un solo provider; l’efficienza e la sicurezza sono equivalenti rispetto alle reti tradizionali.

Quindi, l’iniziativa Open Ran consente l’ingresso di primi e nuovi attori in maniera più flessibile, e tale soluzione può anche supportare l’introduzione delle nuove funzionalità legate al 5G.

Come noto, la SI-IES “parla di 5G” in modo competente, dando indicazioni e soluzioni innovative.  Ed ecco che proponiamo qui alcune ipotesi ed obiettivi da orchestrare, partendo da:

  • la possibilità di utilizzare dispositivi, apparati e applicativi di diversi fornitori, garantendo l’interoperabilità tramite la definizione di interfacce standard aperte;
  • l’utilizzo di HW (hardware) non specializzato su cui poter installare i moduli – SW (software) – realizzati anche da fornitori diversi che completano le diverse funzionalità di rete.
  • una maggiore intelligenza nel segmento radio fruttando anche tecniche di IA (intelligenza artificiale) e ML (machine learning), con l’auspicio di automatizzare molte operazioni volte alla gestione, alla configurazione e all’ottimizzazione radio.

Una versione di Open Ran verso la piattaforma cloud, per mezzo di soluzioni di Iaas/Paas (Infrastructure as a service; Platform as a service) per l’hosting anche delle funzioni radio è visto come un abilitatore per il raggiungimento degli obiettivi sopra elencati.

Nelle prime esperienze il limite di queste soluzioni è rappresentato dal fatto che una Rete 4G ha un terminale che può connettersi ad una sola DCN (Dynamic Circuit Network) per volta.

Diversamente, nella nuova rete 5G il terminale può connettersi contemporaneamente a più network slice, stante il fatto che è una rete logica che comprende un insieme di funzioni di rete composte in maniera tale da fornire certe caratteristiche e servizi di rete.

La soluzione Ericsson 5G RAN slicing offre una gestione della differenziazione dei servizi unica e multidimensionale che permette policy di qualità del servizio (QOS) adattata alle slice (slice-aware) e di orchestrare le slice end-to-end in modo da rispettare gli SLA (service level agreement) richiesti dai diversi use case.

In conclusione, possiamo allora affermare che con Open Radio Access Network si perviene alla creazione di reti aperte e indipendenti dallo stretto legame.

Detto in altri termini, con il 5G RAN slicing ognuno avrà la propria rete!

SI-IES srlhttp://www.si-ies.it/
SI-IES Istituto Europeo Servizi srl è una società di consulenza strategica e direzionale, dinamica ed innovativa, che propone servizi e soluzioni altamente professionali per generare valore e centrare gli obiettivi del cliente. Gli elementi distintivi che caratterizzano il modo di operare sono competenza, affidabilità, esperienza, passione ed entusiasmo, proponendo soluzioni "chiavi in mano" che includono l'intera filiera realizzativa.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,510FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share