Hoaxy: si accende la caccia alle Fake news

Filippo Menczer, professore di Informatica e Computer Science all’Università dell’Indiana negli Stati Uniti, e la sua squadra del “Center Complex Networks and Systems Research” hanno sviluppato Hoaxy, un motore di ricerca in grado di tracciare la diffusione delle fake news su Internet.

Hoaxy è stato formulato a marzo 2016, successivamente ad uno studio sulle fake news e la disinformazione online, dal quale è emerso come le notizie false siano opera di utenti molto attivi

L’obiettivo non è stabilire se una notizia è vera o falsa, ma provvedere alla realizzazione di modelli capaci di comprendere i meccanismi virali che sono alla base della diffusione delle notizie stesse, andando ad individuare i profili che le hanno promosse.

Uno studio sulle modalità di propagazione di nomi, contenuti e hashtag su Twitter ha mostrato che, già nel 2010, vi erano account falsi controllati da un  unico software, che indirizzavano a siti di fake news per influenzare l’opinione pubblica, screditando o sostenendo politici.

Un picco di fake news, principalmente sui social network, si è registrato in occasione della campagna presidenziale americana che ha visto la vittoria di Donald Trump. Da un’analisi attenta si è riscontrata una produzione automatica dei contenuti pro Trump, con un rapporto 7-1 rispetto a quelli generati in  favore di Hillary Clinton.

L’invenzione non poteva non destare la curiosità di molti fact-checker, che non hanno esitato ad avanzare richieste agli sviluppatori del motore di ricerca.

Menczer e la sua squadra, non possedendo le risorse necessarie alla realizzazione di versioni in altre lingue, hanno così deciso di rendere il codice disponibile a tutti, in modo tale da favorire lo sviluppo di Hoaxy anche in Europa. 

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,510FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Pirovert – sostenibilità ambientale

IL PROGETTO CHE SI COLLOCA NEL CONTESTO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DA IL VIA ALLA FASE DELLA COMUNICAZIONE   La soluzione proposta nel Progetto PIROVERT e,...

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share