Digital Innovation Hub Virtuale. Incontro con la prof.ssa Rosanna Cerbo

La prof.ssa Rosanna Cerbo è il segretario generale dell’associazione Carol Woityla, un’emerita associazione costituita da membri autorevoli che fanno capo al mondo della cultura, della religione e delle istituzioni.

L’argomento che è stato trattato riguarda la popolazione ucraina che per motivi bellici ha dovuto lasciare il proprio paese e trasferirsi altrove; una quota parte di persone di popolazione ucraina è presso il nostro paese.

Come a tutti noto, sono prevalentemente donne e bambini, in quanto le persone più giovani sono rimaste a combattere e a difendersi contro l’aggressione Russa.

La prof.ssa Cerbo ha illustrato le finalità dell’associazione ed è entrata immediatamente nel merito parlando di alcune tematiche che rientrano dal punto di vista temporale nel breve, medio e lungo termine.

Gli obiettivi comprendono tra l’altro di creare le giuste relazioni istituzionali in questo caso con l’ambasciata ucraina per informarla dell’iniziativa e nello stesso tempo del dibattito che si è svolto mercoledì 30/3 c.m. con i membri ordinari, straordinari e invitati esterni del DHIV.

Uno degli obiettivi che ha suscitato particolare interesse per i rifugiati ucraini è quello dell’aspetto religioso del ruolo della stessa chiesa ortodossa ucraina in quanto prevalente rispetto a quelle di religione Cattolica, Ebraica e Musulmana.

L’altro obiettivo è quello di creare un modello che possa trasferire ai presenti quella cultura necessaria che faccia sentire gli interessati ucraini vicini al proprio paese pur stando ad una distanza di 2000 km.

In sostanza la prof.ssa Cerbo ha sottolineato l’importanza della lingua ucraina al fine di ridurre il dolore e quindi il radicamento culturale.

Tutti gli interventi sono stati di alto contributo e in maniera convergente verso il progetto rappresentato dalla prof.ssa Cerbo.

Ulteriori interventi sono stati proposti dalla dott.ssa Giordano, dal prof. Crisci, dalla dott.ssa De Angelis, dal dott. Liardo, dall’ Ing. Visca, dalla dott.ssa Mariani e dalla dott.ssa Avagnina.

La prof.ssa Cerbo ha dato delle risposte agli intervenuti in maniera significativa ed esaustiva, ha ringraziato la dott.ssa Iolanda Ursillo e Francesca Maria Vittoria Tredanari che hanno avuto il merito di redigere una sintesi al fine di divulgare l’incontro sul settimanale Sentieri Digitali.

Il prof. Francesco Chiappetta ha ringraziato l’ospite e tutti i partecipanti per il contributo autorevole da parte dei presenti per una missione umana molto sentita non solo da noi, ma da tutto il Paese.

Digital Innovation Hub Virtuale. Incontro con la prof.ssa Rossana Cerbo

La prof.ssa Rosanna Cerbo è il segretario generale dell’associazione Carol Woityla, un’emerita associazione costituita da membri autorevoli che fanno capo al mondo della cultura, della religione e delle istituzioni.

L’argomento che è stato trattato riguarda la popolazione ucraina che per motivi bellici ha dovuto lasciare il proprio paese e trasferirsi altrove; una quota parte di persone di popolazione ucraina è presso il nostro paese.

Come a tutti noto, sono prevalentemente donne e bambini, in quanto le persone più giovani sono rimaste a combattere e a difendersi contro l’aggressione Russa.

La prof.ssa Cerbo ha illustrato le finalità dell’associazione ed è entrata immediatamente nel merito parlando di alcune tematiche che rientrano dal punto di vista temporale nel breve, medio e lungo termine.

Gli obiettivi comprendono tra l’altro di creare le giuste relazioni istituzionali in questo caso con l’ambasciata ucraina per informarla dell’iniziativa e nello stesso tempo del dibattito che si è svolto mercoledì 30/3 c.m. con i membri ordinari, straordinari e invitati esterni del DHIV.

Uno degli obiettivi che ha suscitato particolare interesse per i rifugiati ucraini è quello dell’aspetto religioso del ruolo della stessa chiesa ortodossa ucraina in quanto prevalente rispetto a quelle di religione Cattolica, Ebraica e Musulmana.

L’altro obiettivo è quello di creare un modello che possa trasferire ai presenti quella cultura necessaria che faccia sentire gli interessati ucraini vicini al proprio paese pur stando ad una distanza di 2000 km.

In sostanza la prof.ssa Cerbo ha sottolineato l’importanza della lingua ucraina al fine di ridurre il dolore e quindi il radicamento culturale.

Tutti gli interventi sono stati di alto contributo e in maniera convergente verso il progetto rappresentato dalla prof.ssa Cerbo.

Ulteriori interventi sono stati proposti dalla dott.ssa Giordano, dal prof. Crisci, dalla dott.ssa De Angelis, dal dott. Liardo, dall’ Ing. Visca, dalla dott.ssa Mariani e dalla dott.ssa Avagnina.

La prof.ssa Cerbo ha dato delle risposte agli intervenuti in maniera significativa ed esaustiva, ha ringraziato la dott.ssa Iolanda Ursillo e Francesca Maria Vittoria Tredanari che hanno avuto il merito di redigere una sintesi al fine di divulgare l’incontro sul settimanale Sentieri Digitali.

Il prof. Francesco Chiappetta ha ringraziato l’ospite e tutti i partecipanti per il contributo autorevole da parte dei presenti per una missione umana molto sentita non solo da noi, ma da tutto il Paese.

Digital Innovation Hub Virtuale. Incontro con la prof.ssa Rossana Cerbo

La prof.ssa Rosanna Cerbo è il segretario generale dell’associazione Carol Woityla, un’emerita associazione costituita da membri autorevoli che fanno capo al mondo della cultura, della religione e delle istituzioni.

L’argomento che è stato trattato riguarda la popolazione ucraina che per motivi bellici ha dovuto lasciare il proprio paese e trasferirsi altrove; una quota parte di persone di popolazione ucraina è presso il nostro paese.

Come a tutti noto, sono prevalentemente donne e bambini, in quanto le persone più giovani sono rimaste a combattere e a difendersi contro l’aggressione Russa.

La prof.ssa Cerbo ha illustrato le finalità dell’associazione ed è entrata immediatamente nel merito parlando di alcune tematiche che rientrano dal punto di vista temporale nel breve, medio e lungo termine.

Gli obiettivi comprendono tra l’altro di creare le giuste relazioni istituzionali in questo caso con l’ambasciata ucraina per informarla dell’iniziativa e nello stesso tempo del dibattito che si è svolto mercoledì 30/3 c.m. con i membri ordinari, straordinari e invitati esterni del DHIV.

Uno degli obiettivi che ha suscitato particolare interesse per i rifugiati ucraini è quello dell’aspetto religioso del ruolo della stessa chiesa ortodossa ucraina in quanto prevalente rispetto a quelle di religione Cattolica, Ebraica e Musulmana.

L’altro obiettivo è quello di creare un modello che possa trasferire ai presenti quella cultura necessaria che faccia sentire gli interessati ucraini vicini al proprio paese pur stando ad una distanza di 2000 km.

In sostanza la prof.ssa Cerbo ha sottolineato l’importanza della lingua ucraina al fine di ridurre il dolore e quindi il radicamento culturale.

Tutti gli interventi sono stati di alto contributo e in maniera convergente verso il progetto rappresentato dalla prof.ssa Cerbo.

Ulteriori interventi sono stati proposti dalla dott.ssa Giordano, dal prof. Crisci, dalla dott.ssa De Angelis, dal dott. Liardo, dall’ Ing. Visca, dalla dott.ssa Mariani e dalla dott.ssa Avagnina.

La prof.ssa Cerbo ha dato delle risposte agli intervenuti in maniera significativa ed esaustiva, ha ringraziato la dott.ssa Iolanda Ursillo e Francesca Maria Vittoria Tredanari che hanno avuto il merito di redigere una sintesi al fine di divulgare l’incontro sul settimanale Sentieri Digitali.

Il prof. Francesco Chiappetta ha ringraziato l’ospite e tutti i partecipanti per il contributo autorevole da parte dei presenti per una missione umana molto sentita non solo da noi, ma da tutto il Paese.

Articolo precedenteTelemedicina oggi
Prossimo articoloLa telemedicina che avanza
Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,483FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share