La parola magica: Recovery Fund

Next Generation EU

Il mio interesse per quanto riguarda il progetto Recovery Fund in questo momento è sul piano dell’analisi, dei contenuti e dei campi interessati. Debbo ancora tentare di esaminare l’intero pacchetto che rientra nel Next Generation EU, occasione irripetibile per tentare di venire fuori dalla situazione pandemica in maniera rinvigorita. Con questa iniziativa si cerca di trasformare la nostra economia creando opportunità, soprattutto per i giovani. A parole tutto sembra già risolto, mentre ai fatti siamo a quota zero. Molti sostengono che abbiamo tutti gli ingredienti che servono per far diventare il piano una realtà. Complessivamente si parla di 750 mld di euro, di cui 200 per il nostro paese. Finora non siamo stati mai in grado di spendere tutti i soldi provenienti dall’Europa ed il più delle volte siamo stati multati e costretti a mandarli al mittente.

RescEu

Il piano dovrebbe soffermarsi in modo concreto e serio per la parte della ricerca e dell’innovazione; tentare di trovare soluzioni e indicazioni per la parte della transazione energetica e digitale; creare i presupposti per la ripresa e la resilienza. Per poter intervenire in maniere sempre più veloce l’Europa ha anche deciso di puntare sul Meccanismo di protezione civile UE che dal 2019 si serve del RescEU con cui viene fornita assistenza ai paesi colpiti da catastrofi. L’esperienza Covid ha spinto gli stati europei a puntare sul Meccanismo di protezione civile che per il 2021-27 potrà contare su 3 miliardi di euro, di cui 1,9 miliardi provenienti da Next Generation Eu.

Il quadro finanziario in sintesi

Il quadro finanziario, in sintesi, è il seguente: mercato unico, innovazione e agenda digitale 133 mld; coesione resilienza e valori 378 mld; risorse naturali ed ambientali 356 mld; migrazione e gestione delle frontiere 23 mld; sicurezza e difesa 13 mld; vicinato e resto del mondo 98 mld; pubblica amministrazione europea 73 mld; per un totale per Quadro Finanziario Pluriennale pari 1074 mld. Il fulcro centrale è Next Generation EU che metterà a diposizione 672 mld di euro di prestiti e sovvenzioni per sostenere le riforme e gli investimenti effettuati dagli stati membri.

Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,510FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Pirovert – sostenibilità ambientale

IL PROGETTO CHE SI COLLOCA NEL CONTESTO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DA IL VIA ALLA FASE DELLA COMUNICAZIONE   La soluzione proposta nel Progetto PIROVERT e,...

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share