Il Regno Unito indaga su Apple e Google

Alcuni giorni fa, l’autorità britannica per la concorrenza e i mercati ha avviato un’indagine su Apple e Google, che hanno attualmente il controllo totale del mercato dei browser per dispositivi mobili, nonché dell’intero mondo delle App utilizzate su smartphone e tablet.

L’autorità esplorerà ciò che ha definito con il termine inquietante di “morsa mortale” delle società riguardo la navigazione sul web, oltre al controllo di Apple sul cloud gaming attraverso l’App Store. L’agenzia ha affermato che Google e Apple hanno alimentato il 97% di tutta la navigazione web avvenuta nel Regno Unito nel 2021.

Sviluppatori web, fornitori di servizi di cloud gaming e fornitori di browser hanno offerto “supporto sostanziale” per l’indagine, secondo i risultati di una consultazione di giugno rilasciata dall’autorità. E’ emerso, dalle loro affermazioni, che  lo status quo limita l’innovazione e ha aggiunto “costi inutili” alle loro attività.

Gli sviluppatori si sono anche lamentati del fatto che le restrizioni di Apple rendono difficile la creazione di nuove app innovative per i consumatori del Regno Unito e che sono costretti a fare i conti con problemi tecnici e bug durante la creazione di pagine Web.

Sarah Cardell, amministratore delegato ad interim della CMA, ha affermato nel comunicato che l’autorità prevede di utilizzare i propri poteri per affrontare i problemi laddove possibile, poichè – ha dichiarato – “Molte aziende e sviluppatori web del Regno Unito ci dicono di sentirsi frenati dalle restrizioni stabilite da Apple e Google”. Precisando che “Abbiamo in programma di indagare se le preoccupazioni che abbiamo sentito sono giustificate e, in tal caso, identificare misure per migliorare la concorrenza e l’innovazione in questi settori”.

La reazione dei diretti interessati è stata immediata: Google ha affermato in un comunicato alla rete CNBC che si impegna a costruire “piattaforme fiorenti e aperte” che aiutino a “dare potere ai consumatori” e incoraggiare gli sviluppatori a creare attività di successo. Descrivendo Android come un sistema “amico” degli sviluppatori e degli utenti, poiché – nelle loro parole – offre alle persone una scelta più ampia di app e app store rispetto a qualsiasi altra piattaforma mobile. Consente inoltre agli sviluppatori di scegliere il motore del browser che desiderano ed è stato il trampolino di lancio per milioni di app.

Anche Apple ha affidato alla rete CNBC un suo messaggio di apertura, almeno nelle intenzioni: pertanto descrive Apple come una società che crede in “mercati vivaci e competitivi in ​​​​cui l’innovazione può prosperare”.

Dichiarando che attraverso l’App Store, l’azienda ha “aiutato milioni di sviluppatori a trasformare le loro idee più brillanti in app che cambiano il mondo, stimolando un’economia delle app che supporta centinaia di migliaia di posti di lavoro solo nel Regno Unito”.

Anche qui il messaggio assume un tono collaborativo verso le Autorità, affermando che l’azienda continuerà ad “impegnarci in modo costruttivo con l’Autorità garante della concorrenza e del mercato per spiegare come il nostro approccio promuova la concorrenza e la scelta, garantendo al contempo la privacy e la sicurezza dei consumatori sempre tutelate”.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,481FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share