Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia energetica previsti dalla UE.

L’acronimo CEP è costituito da 4 Regolamenti e 4 Direttive, e mette al centro le politiche energetiche dell’Unione e dei consumatori affidando a questi ultimi un ruolo importante nel raggiungimento degli sfidanti obiettivi di decarbonizzazione fissati a Parigi nel corso della conferenza delle parti della convenzione sui cambiamenti climatici-Cop 21/2015.

Due sono le Direttive rilevanti rispetto alla centralità degli utenti finali nel processo di transizione.

Si tratta della Direttiva UE 2001/2018 del Parlamento EU e del Consiglio dell’11 dicembre 2018 sulla promozione dell’uso dell’energia da fonte rinnovabile e dalla Direttiva UE 944/2019 del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 giugno 2019.

Il punto centrale è quello di favorire lo sviluppo dell’energia derivante da fonti rinnovabili con il coinvolgimento dei cittadini e dei clienti finali.

Si parla di autoconsumo singolo e di autoconsumo collettivo.

L’autoconsumatore di energia rinnovabile è visto come un cliente che, operando in propri siti situati entro confini definiti o, se consentito da uno stato membro in altri siti, produce energia elettrica rinnovabile per il proprio consumo e può immagazzinare o vendere energia elettrica rinnovabile autoprodotta ad un autoconsumatore di energia rinnovabile diverso dai nuclei familiari.

Tali attività non costituiscono l’attività commerciale e professionale principale.

E’ possibile fare un cenno anche alla RED II che a sua volta introduce le CER, definendole come un soggetto giuridico che si basa sulla partecipazione aperta e volontaria.

Gli azionisti o membri sono persone fisiche, PMI o autorità locali, comprese le amministrazioni comunali che hanno l’obiettivo principale di fornire benefici ambientali, economici o sociali a livello di comunità ai suoi azionisti o membri o alle aree locali in cui opera, piuttosto che profitti finanziari.

Ecco perché il CER è un soggetto nuovo per i mercati energetici.

Poi vi è la CEC, soggetto giuridico che è fondato sulla partecipazione volontaria; il suo obiettivo è quello di fornire ai suoi membri o soci benefici ambientali, economici e sociali; può partecipare alla generazione anche da fonti rinnovabili.

Articolo precedenteESG
Prossimo articoloCybersecurity

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,486FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share