L’Italia e l’Europa

L’Italia e l’Europa

Abbiamo più volte scritto che dirci da soli che siamo bravi è un grosso errore, come siamo abituati da parte dei nostri genitori e dai nostri educatori. Piuttosto, sarebbe bene e opportuno che siano gli altri a riconoscere le nostre capacità. In questi giorni, il nostro paese, più che il nostro governo, sta mostrando una fragilità veramente preoccupante in quanto, privi di guida, di obiettivi, di prospettive.

Questo è uno scenario che purtroppo è sotto gli occhi di tutti e quindi anche dell’Europa. Se fra un mese qualche benpensante europeo dice “bravo il paese italiano” ha voluto dire “siete così somari che se c’è uno spiraglio di luce è bene valorizzarlo”. È un pò come il detto “nel mondo dei ciechi è re chi ne ha uno solo”. In questo caso, non abbiamo nemmeno questo tipo di opportunità, in quanto, il buio è totale. La vera preoccupazione riguarda i mezzi di comunicazione che in coro criticano l’attuale situazione che fino a ieri, invece, era favorevole. Il Governo mostra un’incapacità di dialogo in maniera esagerata, che non accade neanche nei bagni di scuola. Non mi riferisco ai banchi a rotelle, in quanto li hanno riportati in magazzino.

Lo scontro nell’ambito del Governo mette in luce il poco prestigio, la poca preparazione e il poco senso di responsabilità. Hanno chiamato Fico per fare una fotografia dell’attuale situazione e la difficoltà è anche di descrivere una fotografia che normalmente si lavora con la fantasia e si riesce a vedere anche colori completamente assenti. In questo caso, abbiamo una situazione che molti non riescono né a definire né a descrivere. Alcuni, uomini politici, parlano di elezioni, altri della pandemia e altri ancora, andiamo avanti.

Normalmente, dinnanzi ad una crisi gestionale, si deve provvedere con una revisione complessiva per tentare di migliorare la salute. In questo caso, i medici sono in sciopero. Sono tutti assenti e i nostri poveri governanti non li cura nessuno se non lasciarsi curare da iniziative che possiamo definire istintive, non scientifiche e improvvisate. Perché il capo dello stato non prende atto di una situazione descritta dai componenti del Governo, dove mettono in luce la loro incapacità. Parlare di programma, di giornate luminose, di lavoro allegro, di aria senza inquinamento, lavoro per tutti, etc. sono delle esercitazioni che il nostro paese, in questo caso, può definirsi al primo posto non in Europa, ma forse nel mondo.

È solo umiliante, penoso continuare in questo modo, senza dare nessuna speranza al mondo dei giovani che sono ancora sani, giudiziosi e pieni di buona volontà. Con questo andazzo riusciranno ad inquinare anche questi giovani che si tengono distanti evitando la pandemia politica e il rispetto delle distanze del covid. La conclusione è che se il governo riprende stessa formula, stessi personaggi, quando sarà il lunedì prossimo o il martedì tutti insistono per dimenticare la vera situazione e rifacendoci ad un famoso film ancora una volta si rievoca, utilizzando il titolo “domani è un altro giorno”.

Francesco Chiappetta
Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

564FansLike
1,524FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

L’elettrico

La macchina elettrica e, quindi, la relativa ricarica, stanno creando un popolo di tifosi. Il tifoso del sì, il tifoso neutrale e il tifoso...

Un mondo di plastica

Un mondo di plastica La plastica, i rifiuti e ogni tipo di detriti hanno inquinato le nostre acque per anni. Se da un lato la...

Coronavirus: la plastica, il virus ecologico dell’epidemia.

Il virus ecologico dell'epidemia Il virus ecologico dell'epidemia, ovvero la plastica, è cresciuto in modo esponenziale dall'inizio della pandemia. Ciò ha suscitato preoccupazione in un...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share