Recovery Fund

Il Recovery Fund è un maxi piano approvato a luglio 2020 dal Consiglio Europeo

Il Consiglio Europeo lo ha approvato per sostenere i 27 paesi membri colpiti dalla pandemia. I leader dell’UE hanno finalmente raggiunto un accordo su un piano di 750 miliardi di euro per ricostruire le economie dell’area, colpite dalla pandemia, dopo quattro giorni di colloqui al vertice che hanno messo alla prova i limiti della capacità del blocco di superare le divisioni politiche interne. Il Recovery Fund fa parte del Next Generation EU. Quest’ultimo è il compromesso finale, una versione ridotta di quello che Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, aveva originariamente richiesto ai leader dei vari stati membri a maggio.

Le sovvenzioni per la ripresa sono state ridotte a 390 miliardi di euro

Questi 390 miliardi di euro sono finanziati da obbligazioni rimborsabili fino al 2058. Molto meno dei 500 miliardi di euro raccomandati dalla Commissione e spinti, soprattutto, da Germania e Francia. Tuttavia, si tratta comunque di un accordo storico, contro ogni aspettativa, che darà a Bruxelles il potere senza precedenti di prendere in prestito centinaia di miliardi di euro sui mercati e di distribuirli come sostegno di bilancio agli Stati membri. Gli Stati membri dovranno preparare piani nazionali di ripresa. Questi piani si dovranno impegnare a riformare le loro economie per sbloccare la quota di questi finanziamenti. I finanziamenti saranno distribuiti dal 2021 al 2023.

Modifica alla bozza dei Piani di Bruxelles

Le regole che determinano la ripartizione del denaro tra i paesi europei e i meccanismi di controllo per garantire che le capitali attuino le riforme promesse sono stati tra i temi più controversi del vertice, insieme alle dimensioni del fondo di recupero stesso. Su insistenza di molti governi, i leader hanno modificato la bozza dei piani di Bruxelles per collegare chiaramente gli stanziamenti dei paesi per la ripresa al danno economico causato dalla pandemia, piuttosto che basarsi sui dati precrisi sulla crescita e la disoccupazione. Dopo una lunga battaglia tra Paesi Bassi e Italia, hanno anche istituito un meccanismo di governance. Questo meccanismo permetterà a ogni singolo Stato membro di sollevare obiezioni se ritiene che un capitale non rispetti le sue promesse di riforma in cambio del denaro che riceve dalla commissione.

L’erogazione degli aiuti per il nostro paese potrebbe arrivare all’inizio dell’estate

Si è ritenuto opportuno tramite Sentieri Digitali puntualizzare i processi e i tempi che riguardano il Recovery Fund. Importante sottolineare quali sono state le misure adottate dal governo Conte al fine di evitare una ricaduta del paese nelle mani del Covid-19. Sia a Natale che a Capodanno, il coprifuoco sarà sempre alle 22. In tutta Italia, i bar e i ristoranti saranno chiusi alle 18. E’ infatti previsto che prima di Capodanno tutte le regioni rientrino nella “fascia gialla”, lasciando in piedi un sistema “a tre colori”. Le restrizioni del nuovo DPCM previsto per la prima decina di dicembre dipendono, però, sostanzialmente da noi. Molto importante quanto saremo in grado di tenere sotto controllo i contagi nel periodo degli acquisti natalizi.

Francesco Chiappetta
Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

564FansLike
1,517FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Auto elettriche e le sigle kW e kWh

Promuovere le auto elettriche Siamo sulla strada della mobilità sostenibile e ci stiamo avvicinando al primo obiettivo europeo (2030) per un drastico abbattimento delle emissioni...

Il DIHV incontra l’ISPRA

In occasione del consueto appuntamento mensile, il Digital Innovation Hub Virtuale si è riunito in call conference per approfondire e discutere la tematica relativa...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share