Aon lancia la nuova polizza di RC Colpa Grave per i dipendenti della Sanità Pubblica

Aon lancia la nuova polizza di RC Colpa Grave per i dipendenti della Sanità Pubblica
Aon, primo Gruppo in Italia e nel mondo nel brokeraggio assicurativo e riassicurativo, ha elaborato una soluzione esclusiva che risponde in modo puntuale alla questione dell’obbligo assicurativo per i dipendenti della Sanità Pubblica.

Avvalendosi del mercato più solido al mondo, quello dei Lloyd’s, Aon ha sviluppato una polizza a protezione del patrimonio del professionista sanitario che, ai sensi di legge, è esposto all’azione di rivalsa da parte dell’Ente di Appartenenza. Questa polizza risponde, inoltre, all’obbligo assicurativo previsto dalla legge 24/2017 (cosiddetta Legge Gelli).

Ma cos’è l’azione di rivalsa e come opera?

L’Ente Pubblico o la struttura sanitaria che siano stati condannati a risarcire il danno a favore del paziente possono rivalersi a loro volta nei confronti del medico, del cui operato si siano avvalsi in relazione all’evento oggetto di risarcimento. La rivalsa può essere fatta in caso di dolo o colpa grave e trova fondamento nella responsabilità amministrativa o patrimoniale, in quanto si tratta di un’azione preposta alla salvaguardia delle pubbliche finanze. Pertanto, chi cagiona un danno all’erario, ossia un danno ad una pubblica amministrazione, è tenuto a risarcirlo.

Il 1 Aprile 2017 è entrata in vigore la Legge 24/2017 che pone l’obbligo, in capo ai dipendenti, di provvedere alla stipula, con oneri a proprio carico, di un’adeguata polizza di assicurazione per colpa grave. Questa è finalizzata a garantire l’efficacia dell’azione di rivalsa.

La soluzione proposta da Aon mira a sollevare il medico dalla ricerca della polizza più adeguata, non esistendo alcuna definizione degli elementi che rendano tale una copertura assicurativa
La sopracitata Legge stabilisce che la copertura assicurativa debba avere un‘estensione temporale con 10 anni di retroattività e altrettanti di ultrattività. La polizza RC Colpa Grave studiata da Aon prevede queste estensioni in maniera gratuita e sempre operante, risolvendo il problema della discontinuità della copertura assicurativa. Anche in caso di cessazione dell’attività, l’ultrattività è infatti operante automaticamente senza che debba essere richiesta agli assicuratori e quotata ad hoc.

Un’altra importante novità riguarda i limiti introdotti dalla Legge all’entità della rivalsa: l’importo della condanna non può superare una somma pari al triplo del valore maggiore della retribuzione lorda o del corrispettivo convenzionale conseguiti nell’anno di inizio della condotta causa dell’evento o nell’anno immediatamente precedente o successivo. Questo orienta il mercato verso un’offerta di polizze con massimali più bassi e a tal fine la polizza proposta da Aon offre coperture con massimali a partire da €300.000 fino ad € 5.000.000.

Uno dei dettati più dibattuti della Legge è quello definito all’art. 13, che stabilisce come l’obbligo di comunicazione entro dieci giorni al professionista coinvolto sia a carico della struttura sanitaria che abbia avviato trattative con il danneggiato. L’omissione, la tardività o l’incompletezza delle comunicazioni preclude l’ammissibilità delle azioni di rivalsa e, di conseguenza, la frequenza di queste comunicazioni cresce esponenzialmente, a favore di una partecipazione del professionista sanitario alla vicenda che lo vede coinvolto.

Ciò che è certo è che una copertura efficace prevede che queste casistiche siano tutelate anche a distanza di anni e a polizza cessata, nel caso in cui dovesse esserci una richiesta di danni relativa proprio all’evento segnalato.

In attesa del decreto attuativo che determini i requisiti minimi delle polizze assicurative, il lavoro della Specialty Professional Services di Aon è stato quello di sopperire alla vacatio ed offrire ai professionisti sanitari soluzioni adeguate per poter svolgere il proprio lavoro con le adeguate tutele.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,538FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

E-mobility

Innovazioni importanti nel campo dell'e-mobility Chi crede nell’innovazione e nella trasformazione digitale non ha difficoltà ad applicare questo ragionamento anche per ciò che riguarda le...

Protagonisti della scena green

Le Nazioni Unite e l’Agenda 2030 hanno chiesto che si aumenti il riciclo e il reimpiego di acqua riducendo così l’inquinamento e il rilascio...

Che direzione stiamo prendendo?

“L’occasione storica per investire sulla sostenibilità”. È stato detto da ogni personalità di rilievo a livello internazionale e, anche in Europa, sta diventando una...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share