Legali creativi

È difficile pensare che un legale possa essere creativo. Invece la risposta è tutt’altro che negativa. Molto dipende dal settore di specializzazione. Proprio per questa ragione si pensa che un vestito su misura sia la formula vincente.

Trattenere giovani talenti in studi legali o presso PMI è molto difficile in quanto si entra senza nessun compenso. Si continua a non percepire retribuzione fino all’esame di Stato e, come è ben noto, è difficile superarlo. In pochi degli aspiranti riescono nel loro intento.

Ad oggi si punta, sempre più spesso, al benessere aziendale o a quello degli studi professionali. Il benessere implica lo stare bene sul posto di lavoro, creare empatia, interesse e nuovi modelli di lavoro. Molti giuslavoristi sono chiamati a fornire una consulenza sugli aspetti di compliance, sulla privacy, sull’organizzazione del lavoro e sulle sue forme ibride. Interpretare le esigenze delle aziende è diventata una attività creativa.

Secondo SI-IES, le richieste che emergono non sempre trovano un riscontro normativo adeguato. È necessaria una continua conoscenza delle norme e delle prassi esistenti, oltre ad un continuo aggiornamento giurisprudenziale. Ma non dovrebbe mancare la voglia di sperimentare e di innvoare.

Il mestiere di consulente giuslavorista diventa così più sartoriale poiché vi è l’esigenza di tagliare il vestito su misura in base allo specifico cliente.

La pandemia è stata per taluni un episodio pandemico finito mentre è palese che abbia scombussolato non poco l’organizzazione aziendale con l’introduzione dello smart working. E in relazione a quest’ultimo non può essere sottaciuta la cybersecurity che è stata affrontata dalle PMI con conoscenze giuridiche, economiche ed in parte creative.

Dopo la pandemia è emerso, in maniera evidente, il problema di individuare le modalità del recruiting. Nonostante sia un qualcosa di strutturale, ha un fondamento nell’evoluzione del mercato del lavoro. La pandemia ha fatto da incubatore: il lavoro con una durata fisica e spaziale si sta stravolgendo e il legislatore si trova in difficoltà nel dare risposte.

Persino il lavoro del legale non è più così ripetitivo come una volta. Ad oggi, si punta ad un nuovo riposizionamento e a talenti giovani che siano in grado di tutelare i dati personali presso PMI e studi professionali.

Articolo precedenteCisco e innovazione
Prossimo articoloSecurity secondo SI-IES
SI-IES srlhttp://www.si-ies.it/
SI-IES Istituto Europeo Servizi srl è una società di consulenza strategica e direzionale, dinamica ed innovativa, che propone servizi e soluzioni altamente professionali per generare valore e centrare gli obiettivi del cliente. Gli elementi distintivi che caratterizzano il modo di operare sono competenza, affidabilità, esperienza, passione ed entusiasmo, proponendo soluzioni "chiavi in mano" che includono l'intera filiera realizzativa.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,502FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea e precisamente del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e...

ESG

Quando si parla di acronimi si capisce niente. In questo caso il significato è Environmental Social Governance. Sarebbe meglio dire ambiente sociale governance per renderlo più...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share