Hic et nunc

È come ha ragionato il Presidente del Consiglio Mario Draghi quando dice “qui e ora” rispettando la gradualità tecnica per quanti riguarda le aperture attese dal nostro paese. Il Consiglio dei Ministri all’unanimità ha condiviso le proposte del Presidente del Consiglio e pertanto si incomincia ad intravedere la prospettiva di una vita normale. D’altro canto gli uomini non sono nati per rimanere chiusi in un ambiente domestico.

La politica del nostro Paese è sempre più modesta, a partire dal povero Letta che tutte le sere è costretto a fare campagna elettorale pro lega-Salvini. Tuttavia, nessuno che abbia studiato comunicazione ha avvisato Letta che talvolta le migliori armi sono il silenzio oppure l’indifferenza.

Il Governo deve accelerare i processi di riforma della Pubblica Amministrazione, altrimenti non ci danno un euro.

Tutti parlano di Mario Draghi come un gigante in quanto tutti gli altri sono non piccoli, ma indivisibili.

5 Stelle e PD giocano non a tennis, ma a pingpong. L’uno accusa l’altro delle grosse differenze tra loro, ma quando sono soli provano a flirtare senza dirlo a nessuno.

Abbiamo prossimamente il semestre bianco, tutti parlano di Draghi ignorando che il terzo partito del nostro paese il PD ha minimo 10 candidati, con lo spirito e la bandiera di essere democratici, la presenza di una buona dialettica, e quindi il caos passa come intelligenza e riflessione.

Raggi, vergine e martire, è stata appellata da “incapace”, “improvvisatrice” e allo stesso tempo è candidata per il secondo mandato.

Altro folclore viene sempre dal PD, candida ufficialmente Roberto Gualtieri e poi comunica che vuol fare le primarie, senza pensare che i suoi dieci canditati sconosciuti partono dalla linea di partenza con un chilometro di distanza da Gualtieri, quando la corsa è su due chilometri.

Tutto questo fa passare in secondo piano le cose serie: l’acciaio e il ferro hanno subito un incremento di costo del 117%, il polietilene del 48%, il rame del 7%, il petrolio del 34%, dal periodo novembre 2020 ad aprile 2021. Dal punto di vista economico si può giustificare se si cita il sistema keynesiano rivisto e corretto, in quanto da un anno e mezzo chiusi in case, la Pubblica Amministrazione bloccata, le scuole chiuse, da pochi giorni, precisamente da ieri lunedì 17 maggio, c’è stato l’annuncio da parte di Draghi di una deadline per le riaperture e per la ripresa di una vita normale, tenendo ben presente che anche in regime pandemico le ferie non sono abolite.

Quindi notiamo che il costo della vita aumenta, le entrate diminuiscono, e dunque non si capisce dove vogliamo andare a parare.

Altra notizia, la Corte europea invita l’Italia a chiarire entro il 15 settembre il motivo e il rispetto delle procedure per cui Berlusconi è decaduto dal ruolo di senatore.

Una notizia buona tutti parlano del generale Figliuolo come ottimo stratega, programmatore e gestore del vaccino Covid-19.

Altra notizia, questa volta meno lieta, riguarda l’ex sindaco di Riace, Domenico Lucano, da taluni invocato all’epoca “santo subito”. Oggi il PM ha indicato 7 anni e 11 mesi per favoreggiamento all’immigrazione clandestina, e quindi la vergogna di questo Paese è per il modello di Riace, che altro non era che un modello a delinquere.

Ed ecco ancora Palamara, le intercettazioni venivano fatte senza rispetto complessivo delle procedure e lasciate nel server della società addetta alle intercettazioni nei propri uffici di Napoli.

Infine, il partito del Papa coinvolge l’estrema sinistra, il centro e parte del centro destra, e quindi ottima candidatura.

Francesco Chiappetta
Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,509FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share