Salutiamo “Fantasiadigitale”

Il mio primo incontro del lunedì è stato con l’ottimo lavoro fatto da Marilena Giordano su un argomento di particolare riguardo interesse ed attualità, fantasiadigitale: quando la creatività incontra la tecnologia.

Il portale in questione è in via di implementazione. Già adesso fa capire qual è il ruolo della fantasia digitale, che possiamo definire indefinita. Lo sforzo che è stato fatto è di, intanto, elencare alcuni campi e aree di interesse a partire dall’agroindustria, marketing, commercio, finanzia, turismo, gaming ed infine formazione. Tutto ciò viene correlato con la realtà virtuale, con la modellizzazione 3D, con l’intelligenza artificiale, big data e automazione/robot.

Marilena ha in maniera sintetica dato indicazione partendo dai settori, vale a dire gli ambiti di interesse a cui ci rivolgiamo, i quali sono, come detto, i settori in cui la creatività intesa come ideazione e creazione è l’elemento portante, partendo dalle arti e turismo che possono potenziare l’esperienza dello spettatore/visitatore ed ogni aspetto della vita aziendale rivolta al cliente, quale il marketing, la finanza, il retail, la ideazione di nuovi servizi in ogni ambito commerciale. Infine, il complesso sistema della formazione che può anche trarre ispirazione dagli sviluppi del gaming.

La seconda parte riguarda le tecnologie innovative oggi disponibili, alcune sono mirate all’automazione industriale, mentre altre sono invece più improntate in settori dove la componente creativa è prevalente rispetto a quella esecutiva.

Rientrano in quest’area l’intelligenza artificiale, la realtà virtuale e la realtà aumentata, internet delle cose cui si affiancano altri strumenti tecnologici innovativi quale la geolocalizzazione, i sistemi di tracciamento e il 5G per la telefonia mobile.

Infine, si parla di applicazione: chiunque sia esperto di un settore conosce quali sono i possibili sviluppi e cosa potrebbe essere creato con le nuove tecnologie.

Le possibili applicazioni nel mondo reale sono innumerevoli: specchi che interagiscono con il cliente del negozio, visite in aree archeologiche simulando la vita quotidiana dell’epoca, la visione di un filmato in alta definizione su smartphone, sono solo alcune delle idee per comprendere quanto sia ampio il raggio di applicazione delle nuove tecnologie.

Articolo precedenteLa banda larga
Prossimo articoloHic et nunc

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,510FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Pirovert – sostenibilità ambientale

IL PROGETTO CHE SI COLLOCA NEL CONTESTO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DA IL VIA ALLA FASE DELLA COMUNICAZIONE   La soluzione proposta nel Progetto PIROVERT e,...

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share