Maghi e gufi

Molte persone che partecipano a dibattiti televisivi si atteggiano a maghi e nello stesso tempo anche gufi. Maghi in quanto Giorgia Meloni, Presidente del Consiglio dei Ministri ha finito da pochissimi minuti alla Camera dei Deputati la sua comunicazione programmatica, è già vi sono degli scontri immediati – non come contributo di dibattito di crescita e di miglioramento ma solo facendo i gufi, ipotizzando future disgrazie per il nostro Paese.

Questi personaggi che occupano i talk show televisivi sono preparati, sono persone che diffondono cultura; un politico in questi giorni si è rivolto ad un professore universitario durante un dibattito e gli ha rivolto una frase semplice ma molto precisa: professore, invece di parlare di politica perché non ci trasferisce la sua scienza – se ce l’ha – come motivo di crescita anche per noi.

In questi ultimi anni abbiamo avuto un miscuglio di uomini che pensano o pensavano di essere degli uomini di cultura, invitate a parlare delle materie più distanti dalla loro competenza: a partire dal Covid, la guerra in Ucraina, l’ambiente. Il risultato sono molte frasi stereotipate, anche dal punto di vista politico, molto ideologiche, che nulla hanno che vedere con il loro ruolo: ciò risulta non solo pericoloso ma molto anche fuorviante per i cittadini che ascoltano.

Dobbiamo tutti capire che un governo di destra, di centro o di sinistra che sia, non ha una bacchetta magica e nello stesso tempo è assurdo mettersi nelle condizioni di chiedere, il giorno stesso in cui viene insediato un’elencazione di provvedimenti che non è possibile fare in quanto c’è bisogno di avere prima la fiducia dei due rami del Parlamento. I talk show dovrebbero essere cancellati dai palinsesti, almeno per come sono presentati in questo momento, riportando nelle trasmissioni giovani, esperti del proprio settore, rappresentanti di categorie. Devono tornare ad essere un confronto sui temi di discussione nell’attualità, non un riproporsi continuo di invettive, accuse e critiche senza costrutto, senza una sola proposta attuabile. Così sono inutili, e contribuiscono ancora di più ad allontanare gli elettori dalle urne.

Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,483FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share