Recovery e Resilienza

Per il 2021, con Sentieri Digitali, avevamo visto e previsto che ci sarebbe stata ancora una grossa crisi per quanto riguarda il mondo del lavoro e nello specifico per le PMI. Purtroppo, questa crisi pandemica ha coinvolto tantissime aziende, danneggiandole dal punto di vista economico, dal punto di vista dell’immagine, ma ancora di più della perdita di quote di mercato. Uno dei motivi riguarda l’assenza dell’Europa che non è stata in grado di dare per tempo indicazioni precise ai 27 paesi al fine di dare posizioni omogenee.

Ripresa e resilienza

Ora si continua a parlare di Next Generation EU concentrandosi sul dispositivo per la ripresa e la resilienza (Recovery and Resilience Facility) con un pacchetto di 672,5 miliardi di euro di cui 360 miliardi sono in prestiti e 312,5 miliardi sono in sovvenzioni. In tale senso ciascun Stato membro dovrà predisporre un Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (PNRR – Recovery and Resilience Plan) e definire un pacchetto coerente di riforme e investimenti pubblici per il periodo 2021-2026.

In particolare il piano dovrà dare una risposta globale attraverso dettagliati progetti distinti in 6 pilatri: 1) transizione verde; 2) trasformazione digitale; 3) crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, compresi coesione economica, occupazione, produttività, competitività, ricerca, sviluppo e innovazione e un mercato unico ben funzionante con PMI forti; 4) coesione sociale e territoriale; 5) salute e resilienza economica, sociale e istituzionale, anche al fine di aumentare la capacità di reazione e la preparazione alle crisi; 6) politiche per la prossima generazione, infanzia e gioventù, incluse istruzione e competenze. Grande importanza va data alla transizione verde (compresa la biodiversità) a cui va destinato almeno il 37% della dotazione, anche la trasformazione ha una parte dedicata con almeno il 20% della dotazione da destinare ad investimenti in capacità digitali e connettività individuando eventuali problemi di sicurezza.

Investimenti

Sul tema investimenti e progetti abbiamo più volte allo stato per rilanciare i Digital Innovation Hub italiani e quelli iscritti anche nell’albo europeo, ma in cambio abbiamo ricevuto un abbondante silenzio.

Silenzio che non si fa sentire quando si pubblicano i bollettini dell’aggiornamento della pandemia da Covid-19 indicando quotidianamente i dati “allarmanti”, adesso si aggiungono anche i dati degli oltre 5 milioni di poveri. In sostanza stanno facendo delle forme di terrorismo continuo che sarà certamente di maggiore preoccupazione, visto che non si ha la forza neanche di rimettersi in piedi e camminare da soli.

Nel frattempo, nel campo della politica, il PD ha nominato Enrico Letta come Capo Segretario, una nomina avvenuta virtualmente in cui le prime notizie hanno visto emergere lo Ius Soli e dare il potere di voto ai sedicenni. Ovviamente sono due temi così importanti che possono risolvere il problema dell’occupazione. Mentre in Germania vi è la sconfitta della Merkel che ha retto l’Europa per molti anni ed invece nel suo Paese ha visto il crollo totale del CDU alle Regionali di questi giorni.

Vaccini

In tema sanità e nello specifico dei vaccini l’Organizzazione Europea e quella italiana hanno bloccato la somministrazione di AstraZeneca e non mi sorprenderebbe se fra qualche ora o qualche giorno diranno che non c’è niente di straordinario e che quindi si potrà continuare con la somministrazione. Ci si domanderà con quale fiducia, con quale speranza, con quale sicurezza si procederà, ma allo stesso tempo chiediamo agli addetti ai lavori di superare questo grosso problema. Comunque, non è possibile che AstraZeneca inizialmente andava bene fino ai  55 poi dopo qualche ora per 65 poi successivamente non si sa. Ma questi scienziati hanno la testa libera per pensare o bevono un po’ di vino rosso e poi fanno le dichiarazioni.

Nonostante talvolta sembri che più che esperti virologi, di essere dinanzi a tuttologi dell’interpretazione della pandemia, speriamo di superare questo momento particolare e difficile. Speriamo di parlare presto del dopo-Covid e finire di tormentarci quotidianamente nel parlare anche di Covid 2022, focalizziamoci per il proseguo dei vaccini: non è possibile avere un vaccino per tutte le stagioni.

Francesco Chiappetta
Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

564FansLike
1,516FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Auto elettriche e le sigle kW e kWh

Promuovere le auto elettriche Siamo sulla strada della mobilità sostenibile e ci stiamo avvicinando al primo obiettivo europeo (2030) per un drastico abbattimento delle emissioni...

Il DIHV incontra l’ISPRA

In occasione del consueto appuntamento mensile, il Digital Innovation Hub Virtuale si è riunito in call conference per approfondire e discutere la tematica relativa...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share