Il Covid e il digitale

Si sta facendo un enorme chiasso e confusione intorno al Covid 19.

I vari palinsesti televisivi sono semplici e a costo zero, in quanto hanno creato delle star sconosciute nel nostro Paese e che, quotidianamente, si affacciano nelle nostre case. Possiamo dire che non sono solo virologi ma anche virologi e dintorni.

Sebbene l’Italia sia al 24esimo posto circa la digitalizzazione in ambito europeo, questo non vale per tutte le regioni. Ad esempio, la Regione Lazio, per quanto riguarda il Covid 19 ha mandato ai cittadini interessati una comunicazione sul proprio cellulare, partendo con la formula “Gentile utente”, seguita dalla sigla del cognome e dalla dizione “l’appuntamento per la prima vaccinazione Covid 19 è stata fissata per …”; una seconda comunicazione per la conferma; una terza comunicazione per cambiare la data di vaccinazione a causa di una riorganizzazione; infine, un attestato vaccinale Covid 19.

La domanda è semplice: perché non utilizzare canali istituzionali che chiedano al cittadino, il quale non abbia avuto voglia o sia stato impossibilitato a vaccinarsi, di comunicare che, in data odierna, non risulta ancora vaccinato. Altrimenti, si trasforma in un memo di cortesia che può essere interpretato anche come una forma di educazione e, nello stesso tempo, può anche rispondere all’utente di non essere più informato. Una procedura così semplice non fa nessun chiasso, si instaura un buon rapporto di dialogo tra pubblica amministrazione e cittadino e si rischia anche di avere dei risultati migliori.

Chiamare quotidianamente a partire dalle 7 di mattina per concludersi alle ore 24 e parlare sempre ed esclusivamente e di Covid, oltre a non essere più ascoltato, rischia di essere poco gradito. Un invito alle emettenti televisive pubbliche e private, certe di fare un palinsesto che sia gradito agli spettatori e sia anche monito di una ripresa, visto e considerato che l’Europa ha destinato 700 miliardi di euro, di cui 200 all’Italia che probabilmente non riusciamo a spendere. L’invito è di lavorare, di cercare di fare una vita tranquilla e di ripartire con i dialoghi necessari (famiglia, lavoro, relazioni sociali).

In questo momento apprendiamo chiusure di pmi e delocalizzazioni, argomenti questi che incidono in modo determinante nelle risorse che una famiglia vede svanire. Intervistare bambini, più o meno adulti, maschi e femmine, persone anziane, sempre per parlare di Covid, è diventata una malattia quotidiana.

Adesso inizia il tormentone: terza dose sì, terza dose no. Una volta viene presa in considerazione l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), un’altra volta l’EMA (Agenzia Europea del Farmaco), un’altra l’Italia, e ancora tutte e tre vengono cancellate, finendo per avere ormai una libera interpretazione.

A proposito del Covid, il Professor Cacciari, persona stimata a livello locale, nazionale ed internazionale, ha tenuto una lezione in tv sia di diritto, sia di formazione etc. in maniera tecnica e scientifica, senza invadere il ruolo dei medici. Ci chiediamo cosa fanno gli altri interlocutori, che si autodefiniscono in alcuni casi scienziati (“noi scienziati”) – il che fa ridere i polli.

Purtroppo, il cittadino vuole ascoltare con le proprie orecchie ciò che rispecchia la propria posizione, indipendentemente dal fatto che i temi e le tesi poste sul piatto siano valide.

Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,510FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Pirovert – sostenibilità ambientale

IL PROGETTO CHE SI COLLOCA NEL CONTESTO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DA IL VIA ALLA FASE DELLA COMUNICAZIONE   La soluzione proposta nel Progetto PIROVERT e,...

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share