Video arte

Tempo fa ho avuto modo di partecipare ad una mostra di un pittore che invocava le bontà dei suoi quadri e il cui titolo era alquanto simpatico: ‘’il pittore dagli spazi vuoti’’. Sembra piuttosto suggestivo, in effetti era una pagina formato 4 in bianco con un puntino al centro. Lascio a voi la fantasia di lettori di pensare le varie declinazioni a partire dall’uomo smarrito, l’uomo nello spazio, l’uomo pensieroso ecc. Successivamente, tornando a casa, ho fatto anche io il primo dipinto, un quadro completamente bianco e un puntino leggermente più marcato al centro. Le persone che hanno avuto modo di vederlo mi hanno invitato ad andare da uno psicologo. Certamente gli amici scherzavano. Adesso ho avuto modo di vedere un’altra cosa simile denominata Video Arte, vale a dire, delle piccole clip di persone che più o meno stanno ferme o in movimento. Dette immagini siamo stati abituati, almeno in alcuni casi, a vederli su un teatro in cui c’è la parola, la sceneggiatura, il movimento e il significato dell’evento. Qui, invece, una libera interpretazione di alcune persone che da ferme poi si abbracciano. Tra i miei lavori, mi sono interessata al Metaverso, ossia la realtà virtuale 3D. L’idea immediata che mi è scattata era quella della video Arte con l’inclusione di una persona di tipo immersivi con la realtà virtuale 3D che potesse godere in maniera virtuale di un paesaggio, di un museo, di un immobile, navigando nell’interno. Se troviamo una persona fantasiosa, sembra chiaro e naturale che può scrivere che l’artista ha unito dimensione spirituale orientale con quella occidentale, la storia dell’arte con la sperimentazione del video, la riflessione sulla cristianità con lo Zen, in sostanza, con il pensiero può fare qualsiasi considerazione e paragone. Noi siamo molto bravi ad inquadrare gli avvenimenti e porli secondo il nostro piacere. Normalmente per uno sportivo si fa vedendo le peculiarità del giocatore per poi inquadrarlo e definirlo se è un uomo d’attacco, un uomo di punta oppure il ruolo di mezz’ala, vecchio numero 8 o 10.

Con quanto descritto, certamente, non avrò mai la qualifica di critica d’arte, artista o aspirante artista ma, solamente quella di una persona che cerca di interpretare il pensiero altrui e navigare con la fantasia.

 

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,490FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share