La Comunicazione

Da circa due anni si è scritto e si è detto che un’elevata percentuale di PMI avrebbero chiuso ed in maniera puntuale si è verificato. I virologi hanno spesso e sempre ribadito che è meglio la salute dell’economia e quindi viene da pensare che se il virus si è propagato dalla Cina vuol dire che essa ucciderà le imprese e l’economia?! È una domanda lecita confermata se si va a leggere “Il Messaggero” di Roma del 3 giugno, che dopo la Festa della Repubblica, ha pubblicato un bel titolo incoraggiante “Superbonus 110% a rischio, l’edilizia cinese fa saltare il vantaggio.

Oggi capire se le notizie siano false o veritiere bisognerebbe avere un notaio che certifichi la notizia. Un breve inizio quello del Superbonus 110% che deve fare i conti con i listini del prezzo, il prezziario regionale delle lavorazioni che non riescono a tenere il passo degli aumenti delle materie prime. Benvenuti nel Superbonus del 110% che è stato inserito nel Recovery Plan per migliorare l’efficientamento energetico degli edifici, ma allo stesso modo avviene il rincaro record dei materiali da costruzione.

Appunto a maggio +15% di rincaro per il cemento armato usato nelle fondamenta, che se confrontato da novembre 2020 si registra un +150%. È una corsa inarrestabile per il settore delle costruzioni in Cina che vale il 40% della domanda locale di acciaio che a sua volta vale il 50% della domanda globale. Questi è solo una minima parte dei materiali che sono rincarati grazie al Superbonus 110%. Ancora una volta si leggono quintali di pagine in cui si parla di rilancio del Paese grazie agli ottimi passi fatti da tutti e dal Governo e opposizioni. Speriamo che anche i virologi, oltre a fare la loro professione, leggano i giornali per capire come vive e qual è lo stato del Paese. Quindi non come qualche virologo che rilascia dichiarazioni e poi aggiunge frasi di circostanza evidenziando l’appartenenza politica, dovrebbero essere rispettosi e mantenere un’etica professionale. Speriamo di non avere ulteriori delusioni Draghi sta lavorando bene anche nel rinnovo dei vari CDA creando una piccola discontinuità.

Articolo precedenteL’aumento del costo delle commodity
Prossimo articoloSmart Contract
Avatar
SI-IES srlhttp://www.si-ies.it/
SI-IES Istituto Europeo Servizi srl è una società di consulenza strategica e direzionale, dinamica ed innovativa, che propone servizi e soluzioni altamente professionali per generare valore e centrare gli obiettivi del cliente. Gli elementi distintivi che caratterizzano il modo di operare sono competenza, affidabilità, esperienza, passione ed entusiasmo, proponendo soluzioni "chiavi in mano" che includono l'intera filiera realizzativa.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,509FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

La transizione ecologica e l’accesso agli incentivi

La necessità di procedere verso una transizione ecologica è sempre più pressante e l’Unione Europa ha fissato diversi obiettivi da raggiungere. Entro il 2030...

Siamo sempre connessi!

Consumi in stand-by Ormai non si da più freno al consumo di energia elettrica a partire dai cellulari lasciati in carica tutta la notte, i...

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share