Dove si incontra il mondo

È al Centro Studi Americani che si è svolto il dibattito in occasione della presentazione del libro di Gennaro Sangiuliano: “Il nuovo Mao. Xi Jinping e l’ascesa al potere nella Cina di oggi”. Dopo i consueti saluti del Direttore Carlotta Ventura che ci ha introdotto gli altri ospiti, i quali hanno provato ad aiutare la platea a comprendere il perché di alcune dinamiche, si è aperto il dibattito stimolato da domande e riflessioni e rievocando fatti storici indimenticabili per la loro gravità.
 
Il giornalista Marco Frittella ha esordito constatando l’importanza di affrontare il “sogno cinese” e comprenderlo fino in fondo a partire dalla storia che ha caratterizzato l’Impero Celeste e le sue figure. Ed è proprio dalle origini della figura protagonista del libro, Xi Jinping, che Sangiuliano è voluto partire: “i fatti del mondo sono mossi dall’economia, dalle religioni ma anche dal vissuto delle persone. È un fattore che incide non poco sulle scelte degli individui e conoscerne la personalità può essere centrale per affrontare i problemi che stiamo vivendo”. La Cina può essere una grande opportunità per i rapporti commerciali ma allo stesso tempo è anche qualcosa di molto preoccupante per gli Occidentali per la strategia dominante e penetrante che rappresenta, soprattutto in termini economici. È appurato che non possiamo prescindere come Paese e come Europa dalla questione cinese- dice Carlo Calenda- e confrontarci sui fini strategici che vogliono portare avanti. Ne è un esempio la “Belt and Road Initiative” (prima “One Belt One Road”) conosciuta da molti come la Nuova Via della Seta e che sembra avere più il sapore di una spinta per il dominio cinese negli affari globali anziché creare un sistema di relazioni. Dovremmo congegnare uno schema non solo basato sulle relazioni ma anche difensivo come può essere una “golden power” sulla tecnologia, ridefinendo il concetto di attori esterni all’Europa e puntualizzando che il Governo può effettuare valutazioni sugli acquirenti (che siano controllati direttamente o indirettamente dagli organismi statali) dei Paesi extra UE. Servirebbe a disincentivare attività criminali o illegali che possano assaltare silenziosamente l’apparato di uno Stato e di conseguenza indebolirlo.
 
Il Presidente RAI Marcello Foa ha interpellato i valori che caratterizzano la società occidentale e quelli cinesi richiamandoci, come Europa, a riflettere sul fatto che la crescita della Cina “l’abbiamo voluta noi” in quanto è prevalso il calcolo economico, le leggi del capitalismo. Ma c’è un rimedio per affrontare questa forte espansione “Imperiale” guidata dal politico e militare cinese, ed è un idem sentire comune: recuperare i valori democratici dell’Occidente. Massimiliano Smeriglio ammette una fragilità dell’Europa in alcuni aspetti rispetto ad una Cina con una forte stabilità ma che, per controllare il miliardo di individui, utilizza mezzi non proprio leggeri. Abbiamo forse smarrito l’orgoglio dei valori di una democrazia liberale? Democrazia ed efficienza possono andare d’accordo soprattutto se si fanno rispettare con “pressioni positive” per mantenere dei rapporti equilibrati.
 
L’ultima riflessione “pressioni positive” può aiutarci a trarre delle conclusioni. Queste pressioni si traducono in cultura e educazione senza mai perdere di vista, appunto, le proprie origini e la storia che ci ha caratterizzati. Lo abbiamo scritto più volte, il progresso è inarrestabile e la concorrenza spietata e se vogliamo essere dei veri competitor dobbiamo guardare a mo’ di esempio chi sfrutta le tecnologie innovative: conoscerle, approfondirle e creare sinergie per crescere in blocco ed incontrare il mondo.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,491FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share