VIA COL VENTO

Diretto da Victor Fleming, con una durata di 238 minuti (quasi quattro ore), è una pellicola del 1939 di genere storico-drammatico con protagonisti Clark Gable e Vivien Leigh nel ruolo rispettivamente dei protagonisti Rhett Butler e Rossella O’Hare, marito e moglie.

Adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo del 1936 di Margaret Mitchell, il film è ambientato negli Stati Uniti meridionali durante la Guerra di Secessione e la successiva era della ricostruzione e racconta la storia di Rossella O’Hara.

Avvolti dalla magnifica atmosfera del Sud, prima sullo sfondo di Atlanta, poi in una Charleston prostrata dalla crisi economica, ma effervescente di balli, feste e scintillanti occasioni mondane, si muovono e agiscono figure note alla nostra memoria altre non meno indimenticabili creata o ricreata con mano felice.

Torna Rossella, splendida e capricciosa, frivola ed egocentrica, ma anche concreta e abile donna di affari, decisa a riconquistare la terra perduta e adorata: Tara, la piantagione di cotone della sua famiglia in Georgia.

E torna il suo amare bruciante, possessivo e tempestoso per il marito Rhett, l’avventuriero, il bevitore, il giocatore d’azzardo, l’uomo persistente, violento e dolcissimo, che la odia e la ama, la desidera ma la allontana costantemente da sé.

In un momento così particolare quale quello pandemico è consigliabile dedicare tempo a leggere il romanzo di Rossella. Durante il Covid-19 è una buona cura anche senza ascoltare i virologi alla televisione.

Sorge altresì una curiosità leggendo il romanzo: quante strade rinominate “Via Col Vento” sono presenti tra i 7904 Comuni d’Italia?

Francesco Chiappetta
Il prof. Francesco Chiappetta, manager d'azienda, è stato docente universitario di vari atenei. Ha profonda esperienza comprovata da incarichi importanti in azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. La sua esperienza diversificata ha l’obiettivo di fornire consulenza direzionale, innovativa e approfondita. E' iscritto all'albo dei giornalisti dal 2005, successivamente nel 2007 pone un’iniziativa editoriale, per la società Si -ies, fondando Sentieri Digitali E-magazine di creatività e tecnologia per la comunicazione d’impresa. L’obiettivo di Sentieri Digitali è dedicato alla Comunicazione d’impresa in senso lato: ovvero dalle grandi imprese alle pmi e gli artigiani, dai professionisti alle PA, dal Marketing agli obblighi d’informazione per le società quotate. L’intero contesto dell’e-magazine è incentrato sui passi evolutivi della trasformazione digitale.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

567FansLike
1,486FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Agroalimentare e la sua filiera

I lettori di Sentieri Digitali hanno avuto modo di comprendere l’impegno costante per un settore così strategico del nostro Paese e dell’Europa. Nell’ambito della...

L’acqua

L’acqua vuol dire vita e quindi è un bene primario. Senza fare polemiche è ben rappresentare che la rete idrica del nostro paese a dir...

Comunità Energetica

Il Clean Energy for Europe Package è basato su una proposta della Commissione Europea del Novembre 2016 e definisce gli obiettivi e la strategia...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share