Sistemi di pagamento elettronici e digitali

Sono diversi anni che sentiamo parlare di “borsellino elettronico” e secondo precedenti previsioni avrebbe dovuto essere un servizio di altissima diffusione e raggiungere anche un discreto successo.

Previsione che non aveva però preso in considerazione due importanti fattori: cultura e fiducia. Allo stato attuale ci si rende conto dei mutamenti avvenuti partendo proprio dalla tecnologia e dall’esigenza di creare delle basi solide per far sì che le società siano pronte ad affrontare le sfide digitali che si presentano davanti. Non a caso l’Europa, da diverso tempo e mai come in questo momento, sta assumendo una posizione a favore della moneta elettronica, annunciata proprio dalla Presidente della Commissione Ursula von der Leyen.

La moneta elettronica è uno strumento che consentirebbe la creazione di un sistema basato sulla trasparenza rispondendo anche alle direttive del governo sul semplice, eppur complesso, concetto della tracciabilità.

Invero, la SI-IES ha ideato e sta sviluppando tale concetto nel settore dei trasporti considerando le transazioni eseguite in tale ambito tramite una apposita banca con l’apertura di un conto bancario nel circuito che si è individuato. Tale operazione ha diversi risvolti interessanti e importanti a partire dalla fidelizzazione del cliente mediante il canale del conto corrente garantendo la tracciabilità del prodotto nonché trasparenza.
Il DIHV e la S-IES hanno più volte sostenuto su sentieri digitali il ruolo delle tecnologie avanzate sia per le carte di credito che per le carte di debito.

Non a caso parliamo di un paese che cambia stili di vita e sistemi di pagamento che investono anche il mondo imprenditoriale, ed in particolare le PMI.

Sono compresi tutti i passaggi della filiera produttiva fino ad arrivare alla parte finale del retail: i front-end tra venditore e consumatore del negozio di vicinanza. Pertanto, sono molti i sistemi che si stanno aggiornando e innovando e tra questi vi è anche Satispay che ha introdotto un servizio aggiuntivo, oltre ai pagamenti, che è quello della “consegna e ritiro”.

Parlando dei sistemi di pagamento è fondamentale considerare il settore del commercio elettronico nella misura in cui ha visto la sua rapida evoluzione in questi anni e non solo per i sistemi di pagamento credit-based, debit-based, token-based, denaro virtuale ma anche per la moneta elettronica collegata al mercato telematico su internet. Tenendo presente i protocolli di sicurezza sulle carte di credito, i pagamenti elettronici su internet che riguardano assegni elettronici, carte elettroniche e moneta elettronica. In conclusione, si pensa anche ai “new digital payment” e dunque anche ai relativi benefici dei pagamenti digitali, alla direttiva europea PSD2.

L’argomento in questione merita uno studio e una riflessione oculata per riuscire a stilare un piano strategico il cui risultato inciderà sulla sfera del consumatore e degli istituti bancari: il primo dovrà conoscere le dinamiche dei pagamenti elettronici e i secondi dovranno comprendere che gli sviluppi futuri riguarderanno non tanto il deposito bancario tout court ma lo sviluppo di nuovi servizi di cui il cittadino ha avuto una semplice e superficiale conoscenza non scendendo nel merito dell’argomento e dunque nella realtà operativa. È necessaria molta comunicazione di tipo strettamente tecnico cercando di annullare quelle iniziative politiche che possono creare, in questa fattispecie, degli squilibri.
La redazione di Sentieri Digitali ha pubblicato in diverse occasioni articoli riguardanti l’argomento in questione ed in particolare la banca digitale, consultabili sull’apposito sito.

Altri articoli dell'autore

Puoi leggere anche...

564FansLike
1,517FollowersFollow
Advertisment

Ultime notizie

Energia intelligente

Il concetto di energia intelligente Si instaura con la Decisione n. 1639/2006/CE del Programma Energia Intelligente Europa (EIE), il quale prevedeva tra i suoi obiettivi...

Auto elettriche e le sigle kW e kWh

Promuovere le auto elettriche Siamo sulla strada della mobilità sostenibile e ci stiamo avvicinando al primo obiettivo europeo (2030) per un drastico abbattimento delle emissioni...

Il DIHV incontra l’ISPRA

In occasione del consueto appuntamento mensile, il Digital Innovation Hub Virtuale si è riunito in call conference per approfondire e discutere la tematica relativa...

Vuoi avere le notizie aggiornate ogni mercoledi?

Iscriviti alla newsletter

LinkedIn
LinkedIn
Share