POLITICA

UNA SETTIMANA SEMPRE PIENA DI NOVITĀ!

09/07/2019
di Francesco Chiappetta

La Grecia ha celebrato le elezioni politiche e Alexis Tsipras, presidente uscente, ha perso le elezioni col suo antagonista. È un motivo di riflessione in quanto la volta precedente Tsipras ha vinto a mani basse, questa volta Kyriakos Mitsotakis ha avuto il medesimo successo vincendo le elezioni. L’elettorato è più o meno lo stesso o è cambiato? Certamente è quasi lo stesso. Ciò vuol dire che l’elettore è sempre più avanti rispetto alla politica e sceglie secondo le proprie sensazioni. Significa che se la maggioranza ha ritenuto che la gestione del governo è stata positiva ne consegue il voto positivo, altrimenti si ha un voto negativo.
 
In Italia, abbiamo celebrato il prosecco di Conegliano Valdobbiadene, eccellente DOCG prodotto sulle colline del trevigiano, nel corso della 43esima edizione del Comitato Mondiale UNESCO che si è tenuto a Baku in Azerbaijan. È veramente una bella notizia, in quanto qualche volta l’Italia, o parte di essa, riesce ad occupare delle posizioni di eccellenza. È l’inverso di Giannino che non riesce a dare buone notizie.
 
Altro punto importante della settimana è ciò che è accaduto al colosso tedesco Deutsche Bank che fino a qualche giorno fa era visto come esempio a livello mondiale. In questo momento sta vivendo una situazione drammatica, in quanto ha 2,2 miliardi in meno e quindi è stata prevista una ristrutturazione con la speranza di colmare il debito entro il 2020 e dagli attuali 91.000 dipendenti si passerà a 74.000, quindi circa 18mila dipendenti in meno. Ecco ancora una volta un esempio di come ridurre i costi e migliorare la performance della banca. E non sono previste cedole fino al 2022.
 
Anche questa settimana il Papa ha detto la sua. È un po’ come un giornale online che ogni giorno replica a Tizio o a Caio credendo, forse, di dialogare certamente in buona fede. In certi casi più delicati alcuni collaboratori forse interpretano un pensiero non suo, facendo così divertire i lettori di Repubblica, dove dissertano il ruolo della qualifica di cattolico e non, dimenticando nientemeno che il Padre perdona anche alcuni eventi particolarmente preoccupanti, mentre i collaboratori del Papa a giorni alterni non lo tengono a mente.
 
A ponte Galeria vi è una struttura che ospita questi giovani migranti che sostano e, anche giustamente, si stancano di restare lì chiusi. Non deve sorprenderci se chiedono internet, smartphone e simili. Sono la generazione di internet e quindi tenerli relegati in un recinto per loro vuol dire soffrire più del trasporto in mare coi barconi o barchini. Cosa fare? Certamente non quello che vediamo. Anche noi ci associamo a una frase fatta che risolve tutti i problemi: “ci deve pensare l’Europa!”, e così siamo tutti tranquilli.
 
Per sorridere pensiamo a Balotelli, che di recente, poi smentita dallo stesso, ha fatto una “balotellata”: ha invitato un giovane ad entrare in mare con la motoretta e come compenso gli ha offerto 2.000 euro. Balotelli, non avendo molta fantasia se non nel gioco forse, poteva offrire 2.000 euro ad un giovane bisognoso senza dirlo a nessuno.
 
 Per chiudere, parliamo della Grande Muraglia cinese che si estende per 9 Km. Come noto, essa è una delle 7 meraviglie del mondo. Cosa stanno facendo? Stanno buttando il materiale di restauro già fatto utilizzando adesso dei materiali naturali a partire dalle pietre originali. Un operaio che fa questo lavoro costa 20 euro al giorno.
 
Inoltre, vi ricordo che il debito pubblico è a quota 2.373,3 miliardi.

← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003