AZIENDE

KPI, un termine magico

22/11/2018
di SI-IES Srl

KPI, o meglio Key Performance Indicator, in italiano suano meglio ovvero: “indicatori chiave di prestazione o misure chiave di prestazione”. In una azienda più propriamente si parla di KPI in ambito di controllo di gestione per capire e comprendere se gli obiettivi sono coerenti con le risorse disponibili, per valutare le modalità di raggiungere gli obiettivi, e misurare le azioni in relazione alle risorse disponibili. I KPI sono, dunque, degli indicatori strategici che permettono di misurare la buona risucita di un progetto, e vengono legati per forza a degli obiettivi. Una volta identificati i propri obiettivi, vanno definiti in anticipo.

Gli strumenti dal quale estrapolare dei KPI possono essere gli stessi datawarehouse dove possiamo attingere a dei dati informativi (CIM, CRM, MRP, MRP2). Se si parte da un livello strategico prima e direzionale poi, si adoperano i sistemi di business analytics, e a livello più operativo i sistemi di controllo operativo. In diversi casi strumenti interessanti per le KPI sono gli OLAP, e gli strumenti di data mining e reporting. Po ci sono i sistemi di misurazione di performance aziendale ed altri sistemi esterni e banche dati o portali.

Le misure di prestazione possono collocarsi secondo un ordine sui vari livelli aziendali, e possono variare in base al livello di gestione ma devono essere se,pre idonee nel contesto della valutazione strategica aziandale, per esserlo, ognuna di esse deve rispettare delle caratteristiche fondamentali che vi elenchiamo qui di seguito. Una KPI deve essere rilevante, semplice, bilanciata, dinamica/flessibile e accessibile/affidabile:

-rilevante: perchè deve essere collegata alla stretegia, pertinente, importante e perseguibile;

-semplice: deve essere breve e facile da spiegare, le misure non devono essere troppe e complesse altrimenti non facilitano la valutazione aziendale;

-bilanciata: devono dividersi in economiche e non economiche, riguardare costi, tempi, qualità della produzione e innovazione;

-dinamiche e flessibili: perchè devono essere adattabili e intercambiabili nel tempo e nel contesto;

-accessibili e affidabili: devono essere facilmente reperibili, tempestivi e disponibili nel sistema informativo aziendale.


← Torna all’elenco
Disclaimer: alcune foto ed immagini pubblicate sul sito sentieridigitali.it sono tratte da Internet, e pertanto il sito non ne detiene alcun diritto di autore.
Qualora il soggetto ritratto o il detentore dei diritti sia contrario alla pubblicazione, lo segnali, via mail redazione@sentieridigitali.it oppure via tel. 06-5196.6778; la redazione provvedera' tempestivamente a rimuovere il materiale indicato.

© 2007-2018 Sentieri Digitali - Reg. Trib di Roma n. 538/07
Una iniziativa editoriale di SI-IES Istituto Europeo Servizi srl
P. Iva 04032171003